Banca Marche, la Finanza sequestra
gli atti della commissione regionale

Martedì 24 Maggio 2016
La sede di Banca Marche a Jesi

ANCONA - La Guardia di finanza ha sequestrato tutti gli atti della commissione regionale d’inchiesta su Banca Marche in un blitz avvenuto nei giorni scorsi a Palazzo. E’ l’ultima puntata dello scandalo che ha travolto l’istituto bancario ormai trasformato nel nome e rivoluzionato dal punto di vista gestionale, l’ennesimo colpo di scena che fa comprendere quanto complessa sia la vicenda ma soprattutto quanto ancora non sia un capitolo chiuso. Nel mirino la documentazione di tre mesi di audizioni, confronti e registrazioni, compresa la relazione finale che a sorpresa è stata congelata nell’ultimo Consiglio con la proroga di due settimane della commissione d’inchiesta. I dossier regionali potrebbero essere importanti per confrontare le dichiarazioni e la ricostruzione effettuata dagli indagati ma anche da tutte le persone che sono state ascoltate dai pm negli corso degli anni. 

SERVIZI SUL CORRIERE ADRIATICO IN EDICOLA E SULL'EDIZIONE DIGIT

 

Ultimo aggiornamento: 08:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA