Macerata: non si ferma all’alt dei vigili, rischia di investire un agente. Trovato grazie alle spycam

Giovedì 14 Novembre 2019 di Daniel Fermanelli
Macerata: non si ferma all’alt dei vigili, rischia di investire un agente. Trovato grazie alle spycam
MACERATA - In seguito a un’operazione della polizia locale del Comune di Macerata, condotta in collaborazione con la polizia di Stato e il Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di carabinieri, ieri mattina un uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e per rifiuto di indicazioni sulla propria identità.
 
Martedì una pattuglia della polizia locale aveva riconosciuto in corso Cavour un’auto ricercata da diversi giorni sia dal comando della polizia locale che dalla questura. Si tratta di un veicolo senza assicurazione e senza revisione, i cui occupanti erano sospettati di alcuni reati. Ad una prima richiesta di documenti alle tre persone presenti, un uomo rivolgendosi agli agenti aveva dichiarato di voler spostare l’auto che era in sosta su un’area dedicata al carico e scarico. Gli agenti avevano chiesto i documenti, invitando il conducente a non spostare l’auto. A quel punto un secondo uomo, dichiaratosi il conducente, è salito in auto affermando di volerla rimuovere e che avrebbe mostrato i documenti. Un agente, capita l’intenzione di fuga, posizionandosi davanti all’auto ha intimato l’alt al guidatore che invece ha messo in moto il mezzo e ha cercato di forzare il blocco. È iniziato un inseguimento, di lì a poco sospeso per l’eccessiva velocità; una situazione diventata pericolosa per l’incolumità dei passanti. 
Dopo una breve indagine, tramite le banche dati il conducente e proprietario della Toyota è stato identificato.

 

Si tratta di S. M, 49 anni, campano senza fissa dimora, pregiudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona. Allo stesso tempo è stato ricostruito, grazie alle telecamere della videosorveglianza, il percorso dei movimenti giornalieri dell’auto. Ieri mattina la pattuglia della polizia locale ha coordinato un intervento a Villa Potenza, dove nel parcheggio di via Borgo Pertinale, rintracciata dal Norm dei carabinieri di Macerata, ha trovato l’auto in sosta con il conducente a bordo. L’uomo, portato al comando, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e per rifiuto di indicazioni sulla propria identità. A S.M. è stata inoltre contestata la guida senza assicurazione, con revisione scaduta, con patente sospesa a tempo indeterminato. Si è proceduto anche al sequestro dell’auto e della targa prova utilizzata per la circolazione, peraltro scaduta e senza copertura assicurativa.
 
Sorveglianza, legalità e tutela dei cittadini ancora una volta al centro dell’azione della polizia locale di Macerata guidata dal comandante Danilo Doria. Lo scorso ottobre gli agenti avevano individuato la responsabile di un investimento, fuggita senza prestare soccorso. Grazie al sistema di videosorveglianza, al lavoro d’indagine e ai rilievi sul posto condotti dal corpo di polizia locale di Macerata, gli agenti solo dopo qualche ora erano riusciti a individuare l’auto e rintracciare l’automobilista, che nel frattempo si era recata normalmente al lavoro a Civitanova. Nei confronti della ragazza erano scattati la denuncia, il sequestro dell’auto e il deferimento all’autorità giudiziaria per omissione di soccorso. L’investimento era avvenuto alle 8.15 circa all’altezza del Polo Bertelli sede di Unimc, nei pressi della rotatoria lungo la strada che collega Macerata a Piediripa.  © RIPRODUZIONE RISERVATA