Donne palpeggiate in centro, catturato un africano di 23 anni incastrato dalle telecamere

Giovedì 11 Giugno 2020
Le auto della polizia davanti alla questura
MACERATA -  Avrebbe aggredito sessualmente due donne. Individuato e arrestato l’autore, è un 23enne del Mali. Il giovane è stato rintracciato e bloccato dalla polizia ai giardini Diaz. Le due donne costrette a subire palpeggiamenti sono una studentessa universitaria e una donna di 45 anni. La prima aggressione risale a circa una ventina di giorni fa, quando era ancora in corso il lockdown. Verso le 19.30 una studentessa universitaria stava percorrendo vicolo degli Orti per raggiungere casa. 
La giovane si era accorta di essere osservata così aveva accelerato il passo, ma l’uomo che la stava seguendo aveva accelerato il passo anche lui e presto l’aveva raggiunta. L’uomo le aveva toccato i glutei e lei era riuscita a fuggire. Poi era andata in questura a raccontare l’accaduto. 
Sabato scorso la svolta. Nel primo pomeriggio al 113 è arrivata una richiesta di soccorso da parte di una 45enne residente in città. La donna era stata aggredita da un giovane di colore mentre stava percorrendo da sola il sottopassaggio che da viale Leopardi porta verso piazza Annessione. L’uomo, dopo averla bloccata da dietro, l’aveva palpeggiata insistentemente con violenza, per poi fuggire quando la vittima ha iniziato ad urlare.
Raccolta la descrizione dell’uomo sono scattate immediatamente le ricerche, Il giovane è stato individuato nei pressi dei giardini Diaz e bloccato da due pattuglie, una della Volante e l’altra della polizia locale. Il 23enne indossava ancora i vestiti portati durante l’aggressione.  © RIPRODUZIONE RISERVATA