Fermo, l'ex conceria Sacomar rinasce
con un progetto di riqualificazione

Mercoledì 20 Gennaio 2016
La presentazione del progetto Oltre Conceria
FERMO - “Da oggi prende il via un percorso di sviluppo per un’area e per una città e che vede il coinvolgimento e l’interazione di diverse realtà. Un percorso per ridare slancio e futuro ad uno dei nodi di Fermo, un percorso che stiamo mutuando anche per altri siti produttivi dismessi”.
Con queste parole il Sindaco Paolo Calcinaro ha voluto introdurre la presentazione di Oltre Conceria, un progetto rivolto alle associazioni giovanili marchigiane, che vuole offrire una risposta alle esigenze del tessuto sociale e produttivo del territorio attraverso la riqualificazione dell’ex conceria Sacomar con l’intento di trasformarlo in un villaggio del lavoro innovativo, cooperativo ed eco-friendly.

“Oltre Conceria”, che vede il Comune di Fermo nel ruolo di capofila, in collaborazione con l'Associazione Casa Comune, l'Ordine degli Architetti di Fermo, l'Università Politecnica delle Marche e la Società Adriatica spa, proprietaria dell'immobile, verrà presentato venerdì 22 gennaio, alle ore 18.00, nei locali della ex Conceria Sacomar di Fermo, alla presenza del project manager Roberto Covolo che racconterà l'esperienza della Ex Fadda a San Vito dei Normanni.

“L’ex Conceria Sacomar è un luogo metaforico che stimola la memoria ed ha sempre evocato  storie – ha dichiarato Valentina Recchia, vice Presidente dell’Associazione Casa Comune. La nostra associazione è nata proprio perché vuole dare un contribuito di idee e di progetti per la città. Vorremmo che questo luogo diventasse un villaggio del lavoro dei lavori, ispirato ai temi dell’innovazione e del rispetto ambientale”.

“Il nostro sarà un contributo di idee e competenze perche riteniamo che spazi come questo dell’ex conceria possano tornare, con creatività e innovazione, a dare qualcosa di significativo alle città e al territorio” – ha dichiarato il Rettore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi.

“Riteniamo che per questo spazio in disuso – secondo quanto indicato dal nostro Consiglio Nazionale per situazioni come queste – hanno aggiunto Giovanna Paci, Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Fermo e l’arch. Fabrizio Fortuna -  la nostra categoria debba impegnarsi nella direzione di un recupero ed un riuso, individuando azioni e funzioni. Questo potrebbe essere un progetto pilota che va a relazionarsi con l’agglomerato urbano”.

“Abbiamo accolto questo invito perché riteniamo che occorrono nuove idee e nuove progettualità, è questa la strada giusta da percorrere e noi abbiamo dato la nostra disponibilità perché vediamo in questo progetto una opportunità importante per i giovani” – ha dichiarato Paolo Ulissi, Presidente  dell’Adriatica spa, proprietaria dell’immobile. Nel corso dell’incontro del 22 gennaio verrà anche illustrato il bando "Trova un posto alla tua idea", attraverso cui singoli, associazioni e cooperative potranno candidare il proprio progetto lavorativo per la concessione di uno spazio a condizioni agevolate all'interno dei locali della ex conceria.

Durante lo stesso evento, che sarà documentato dagli scatti degli Instagrammers, si inaugurerà anche la campagna di ascolto delle esigenze del territorio tramite un post-it contest che sarà fruibile anche in modalità on line e che continuerà nei successivi incontri, che si terranno a scadenza bimensile, con le associazioni di categoria e gli ordini professionali prima e con il mondo dell'associazionismo poi.

Alla scadenza del primo bando (aprile 2016) ne seguirà un secondo rivolto a progettisti, architetti ed ingegneri, ai quali verrà richiesta l'elaborazione di un masterplan partecipato sulla base delle destinazioni d'uso individuate.
Oltre a guardare al futuro, il progetto "Oltre conceria" vuole ricordare il passato: a tal proposito è stato promosso un progetto nelle scuole di ogni ordine e grado che vuole ricostruire la memoria del luogo (che, oltre ad essere luogo di lavoro fu anche campo di concentramento durante la guerra, come ricordato dalla prof.ssa Annalisa Nebbia che ha annunciato che nel prossimo autunno, nel sito dell’ex Conceria verrà girato da una produzione inglese un film sulla storia dell’ufficiale dell’aviazione inglese Ken de Souza) e che vede impegnati circa 300 alunni, guidati dai loro docenti.  Un progetto ambizioso, legato al territorio ma che guarda all'Europa delle opportunità e della progettazione, quella che guarda al futuro.
 
Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.oltreconceria.it. © RIPRODUZIONE RISERVATA