Dal mitico Totocalcio al SuperEnalotto, Sisal si mette in gioco nell’arena della Borsa

Mercoledì 1 Dicembre 2021 di Francesco Bisozzi
Dal mitico Totocalcio al SuperEnalotto, Sisal si mette in gioco nell’arena della Borsa

Dalla schedina del Totocalcio alla quotazione in Borsa. In 75 anni di storia, Sisal ha fatto innamorare gli italiani delle scommesse calcistiche, ippiche e del SuperEnalotto.

Ha digitalizzato i processi, messo la sostenibilità al centro e nel 2018 ha allargato la sua presenza all’estero. Ora la società guidata da Francesco Durante, che nei primi 9 mesi del 2021 ha visto crescere i propri ricavi di oltre il 23 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020, ha deciso di puntare sullo sbarco a Piazza Affari. La società fondata a Milano nell’immediato dopoguerra dai giornalisti Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo, e nata allo scopo di rilanciare lo sport Made in Italy, si candida così oggi a diventare uno dei motori della ripartenza. L’operazione di collocamento sarà curata da Deutsche Bank, Equita Sim, JpMorgan e Unicredit.

LA RETE

Oggi Sisal è uno dei principali operatori internazionali nel settore del gioco regolamentato, attivo in Italia, Marocco, Spagna e Turchia. La società propone un’ampia offerta, sia sul canale retail sia su quello online, che comprende lotterie, scommesse, giochi online e apparecchi da intrattenimento. La rete retail di Sisal a livello internazionale può contare su oltre 53mila punti vendita complessivi e abbraccia quasi 30 milioni di clienti, a cui si aggiungono quelli del canale online (attorno a 1,8 milioni). In forte aumento il numero dei dipendenti, nonostante le difficoltà del periodo pandemico: dal primo gennaio 2020 al 30 giugno 2021 Sisal ha effettuato 766 assunzioni (oggi i dipendenti sono 2.500), di cui il 52 per cento millennial e il 40 per cento donne. Così il ceo Durante: «Sisal è la testimonianza tangibile di un percorso di trasformazione basato su visione e innovazione, con investimenti costanti in infrastrutture tecnologiche, persone e competenze. La recente accelerazione dello sviluppo di Sisal, in Italia e all’estero, è il frutto di una strategia di crescita che poggia su sostenibilità, digitalizzazione e internazionalizzazione come driver fondamentali per rispondere all’evoluzione del mercato e della società».

L’IMPEGNO

 Per Sisal sostenibilità e innovazione hanno dunque la priorità. Dal 2009, anno di pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità, Sisal si è impegnata a investire in maniera costante in risorse e tecnologie, con l’obiettivo di promuovere standard più elevati e di guidare l’evoluzione sostenibile di tutto il settore. La tutela del cliente, in particolare delle fasce più vulnerabili, è oggi il fulcro della strategia Sisal e delle sue iniziative di informazione, prevenzione dei fenomeni di gioco problematico e di educazione a comportamenti di gioco responsabile. Il bilancio di sostenibilità 2020, che per la prima volta ha integrato anche la strategia rispetto alle performance Esg, ha ribadito l’impegno su tre obiettivi che Sisal prevede di raggiungere entro il 2030: zero giocatori problematici, zero gender pay gap, zero emissioni nette di anidride carbonica.

I NUMERI

Tornando ai risultati finanziari dei primi nove mesi dell’anno, Sisal ha registrato più nel dettaglio ricavi totali pari a 460 milioni di euro, di cui 197 milioni provenienti dal segmento retail e 185,6 milioni dal segmento online. Quest’ultimo è in forte crescita: i ricavi sono quasi raddoppiati rispetto a un anno fa. Quanto ai ricavi del segmento internazionale, hanno raggiunto 77,3 milioni di euro nel periodo preso in esame, contro i 12,6 milioni dei primi nove mesi del 2020. Un risultato importante considerato che l’espansione all’estero di Sisal ha preso il largo nel 2018, con la nascita di Sisal Maroc con sede a Casablanca. Dopo aver allargato la propria presenza internazionale al mercato spagnolo, attraverso www.sisal.es, la società è arrivata in Turchia, dove nel 2020 è stata attivata Sisal Şans. La sede di Istanbul dispone di un team locale composto da più di 100 persone, che gestisce e sviluppa un articolato portafoglio composto da lotterie, istantanee e non, distribuite sul canale retail (con una rete di oltre 9mila punti vendita) e sul canale online. 

Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre, 17:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA