Biglietti aerei, arriva l'ecotassa in Francia
i biglietti costeranno sino a 18 euro in più

Biglietti aerei, anche
18 euro in più: ecco dove
si farà sentire l'ecotassa
L'ecotassa sui biglietti aerei arriva in Francia e, secondo i calcoli dell'esecutivo, dovrebbe portare alle casse dello Stato un totale di 182 milioni di euro già a partire dal 2020. Soldi che verranno utilizzati per investimenti in infrastrutture di trasporto più moderne e rispettose dell'ambiente, in particolare, nel campo ferroviario. Emmanuel Macron in pressing, quindi, per la lotta ai cambiamenti climatici. Il governo di Parigi ha appena annunciato l'introduzione, a partire dal 2020, di un'ecotassa da 1,50 a 18 euro sui biglietti aerei in partenza dalla Francia, fatta eccezione per quelli verso la Corsica, i territori francesi d'Oltremare e le corrispondenze aeree. L'annuncio è stato fatto questa mattina dal ministro dei Trasporti, Elisabeth Borne.



Questa misura, decisa oggi nel quadro del secondo Consiglio di Difesa Ecologico riunito da Macron al palazzo dell'Eliseo, verrà inclusa nella legge finanziaria del 2020 e si applicherà a tutte le compagnie aeree. L'ecotassa aerea, che si applica solo ai voli in partenza dalla Francia e non a quelli in arrivo, sarà di 1,50 euro in classe economica per i voli interni ed europei, di 9 euro per i voli in business, di 3 euro per i voli extra-Ue in classe economica e di 18 euro per quelli in business. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 9 Luglio 2019, 13:20 - Ultimo aggiornamento: 09-07-2019 16:29

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO