Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sul treno senza mascherina, minaccia la capotreno: «Mio padre è avvocato, ti rovina»

Sul treno senza mascherina, minaccia la capo treno che vuol fargliela indossare: «Mio padre ti rovina»
Sul treno senza mascherina, minaccia la capo treno che vuol fargliela indossare: «Mio padre ti rovina»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Ottobre 2021, 11:43

Pretendeva di salire sul treno senza la mascherina e così minacciò la capo treno che glielo negava, dicendole: «Mio padre fa il penalista, ti faccio perdere il posto di lavoro, sei una incapace, io ti rovino». Parole che sono costate la citazione a giudizio, con decreto del procuratore della Repubblica, Lucia Campo, ad una ragazza di 25 di Pescara, figlia di un avvocato.

La ragazza deve rispondere di minaccia a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Secondo l’accusa, una volta salita sul treno, continuava a rivolgere parolacce e insulti all capo treno, impedendole di adempiere correttamente alle proprie mansioni. I fatti si verificarono alla stazione di Chieti Scalo il 4 settembre del 2020, nel pieno della pandemia.

Tutto nasce dal fatto che la 25enne vuole salire sul convoglio senza indossare la mascherina e inizia a discutere con il capo treno che non poteva consentirlo. A un certo punto un passeggero offre una mascherina sigillata che la ragazza indossa e sale a bordo. Ma le invettive contro il capo treno proseguono. Intanto arrivano la Polfer e un’ambulanza che soccorre la ragazza per un malore, mentre a causa di tutto ciò il treno parte in ritardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA