Sarah, lettera di Misseri a Concetta:
«Grave colpa, a Geova non piace»

Sarah Scazzi, lettera di Misseri a mamma Concetta Serrano: «Hai una grave colpa, a Geova non piace»
Sarah Scazzi, lettera di Misseri a mamma Concetta Serrano: «Hai una grave colpa, a Geova non piace»
1 Minuto di Lettura
Sabato 23 Giugno 2018, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 12:47

Michele Misseri ha inviato una lettera a Concetta Serrano, la mamma di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana ritrovata morta in un pozzo nel 2010. In carcere per l'omicidio stanno scontando l'ergastolo, in via definitiva, Cosima Serrano e Sabrina Misseri, madre e figlia rispettivamente zia e cugina di Sarah.




Nella lettera, della quale è venuto in possesso il settimanale Giallo e che è la prima scritta da Misseri a Concetta Serrano in otto anni, l'uomo si autoaccusa ancora una volta dell'omicidio della ragazzina. «Cara Concetta, perdonami, perdonami, perdonami, perdonami, perdonami per quel che io ho fatto a Sarah. Sono stato io», scrive Misseri. 

In quella lettera la mamma di Sarah sperava di trovare la verità sulla morte della figlia, ma a Giallo ha detto: «Ho creduto che in un momento di ripensamento avesse deciso di tirar fuori tutta la verità. Leggendola sono rimasta delusa e amareggiata, più di prima. Sempre quella ridicola e odiosa frase “Sono stato io”». 

Nell'addossarsi la colpa dell'omicidio, Misseri scrive: «Non dare retta gli avvocati bugiardi! Tieni presente che Geova non ama la menzogna, non l’ama affatto! È colpa grave anche credere alla menzogna. È colpa grave anche il non cercare la verità, cioè omettere di cercarla, potendolo fare». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA