Coronavirus, dalla Sicilia al Piemonte la mappa dei nuovi focolai: quasi tutti legati ai viaggi all'estero

Venerdì 14 Agosto 2020 di Maria Lombardi
Coronavirus, dalla Sicilia al Piemonte la mappa dei nuovi focolai: quasi tutti legati ai viaggi all'estero

Aumentano in tutta Italia i focolai, dalla Sicilia al Piemonte si moltiplica il numero di positivi al Covid-19. Gran parte dei nuovi cluster sono legati al rientro di ragazzi dalle vacanze in Grecia, Malta e CroziaL'ultimo rapporto settimanale di Iss e ministero della Salute, riferito al periodo 3-9 agosto, sottolinea come l'indice Rt nazionale sia a 0.96. Nell'ultima settimana di monitoraggio si contano 925 focolai di Covid di cui 225 nuovi, entrambi in aumento per la seconda settimana consecutiva. Le Regioni con valore Rt maggiore di 1 sono 9.


LEGGI ANCHE:
Pesaro, rientrano dalla Croazia: tamponi entro 48 ore per un centinaio di viaggiatori

Pesaro, il Covid spegne le feste di Ferragosto in spiaggia, il sindaco ordina: «Non si balla»

Alto Adige

Sono tre i nuovi casi di persone positive al Covid in Alto Adige. Lo comunica l'Azienda sanitaria provinciale. Nel corso delle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1.019 tamponi. Le persone in quarantena e isolamento sono 1.371, mentre negli ospedali sono ricoverate 7 persone. Una persone è ricoverata in terapia intensiva.
 

Piemonte

A Vercelli sono una quarantina i nuovi positivi registrati negli ultimi giorni, tutti collegati a una serata in un circolo frequentato da dominicani e chiuso dal primo cittadino. Alla festa avrebbe partecipato un imprenditore dominicano, di rientro da Santo Domingo, che non avrebbe rispettato la quarantena. I nuovi casi di positività sono tutti asintomatici. Il sindaco ha deciso di annullare per precauzione tutti gli eventi di Ferragosto in città.

 

Veneto

Cresce il numero dei contagiati in Veneto: nelle ultime 24 ore i positivi sono 127 in più, portando il dato totale dei casi registrati a oggi a 21.012. I pazienti attualmente positivi al Covid sono 1.470 mentre i casi in isolamento domiciliare sono 5.963. L'allerta resta alta.
Sono stati registrati due focolai diversi per 8 casi positivi complessivi, generati - come spiegato dalle autorità sanitarie locali - da giovani di rientro dall'estero, dall'isola di Corfù. Poi c'è il cluster padovano, di giovani rientrati dal viaggio di maturità organizzato nell'isola di Pag in Croazia, il loro numero "è salito a 9 su 13 partecipanti totali, più 1 caso secondario". Si segnalano, poi, 3 positivi tornati da 2 diversi viaggi a Malta.
 

Lombardia

Si è registrato dal 4 agosto un cluster con 130 persone positive in un'azienda agricola a Rodigo (Mantova). È il risultato dei tamponi che Ats Valpadana ha effettuato dopo che 97 operai positivi erano stati individuati nei giorni scorsi. 
 

Toscana

La situazione più allarmante ad Arezzo. Altri 4 nuovi casi Covid-19 ad Arezzo e nella provincia di persone che hanno avuto contatti con altri tornati da vacanze a Corfù (Grecia). Si tratta sopratutto di parenti rimasti contagiati. Tutti sono stati messi in isolamento domiciliare da parte della Asl Toscana Sud Est. Si tratta di un giovane di 21 anni, di Arezzo, positivo benché asintomatico, rientrato da Corfù. Gli altri tre in isolamento abitano tutti a Montevarchi, non sono stati a Corfù, ma hanno avuto contatti col focolaio di giovani (molti 19enni) tornati dalla vacanza nell'isola greca e scoperti positivi. A causa dell'impennata dei casi di Covid-19 ad Arezzo e nella provincia dopo i rientri dall'estero, la Asl Toscana Sud Est ha stipulato una convenzione con un albergo, l'hotel Etrusco di Arezzo, per realizzarvi programmi di quarantena. Dall'1 al 13 agosto nell'Aretino sono stati registrati 75 nuovi positivi. 
 

Emilia Romagna

Sotto controllo il nuovo cluster in Emilia Romagna. A Bologna 5 dei 14 positivi registrati il 10 agosto sono casi di rientro dall'estero (di cui 2 riconducibili al focolaio già noto dei ragazzi in vacanza a Malta, mentre 3 casi sono di una famiglia che aveva viaggiato a Parigi). A Reggio Emilia nei giorni scorsi si sono registrati 10 nuovi casi, di cui 8 in isolamento domiciliare e 2 ricoverati (non in terapia intensiva). La metà dei nuovi contagiati reggiani è legata a casi di giovani rientrati dalle vacanze da Croazia e Grecia.


 

Abruzzo

Quattro casi di coronavirus a Tocco da Casauria, paesino del Pescarese di circa 2.500 abitanti. Si tratta di giovani poco più che 18enni rientrati alcuni giorni fa da Malta. A darne notizia, su Facebook, è il sindaco Riziero Zaccagnini. I ragazzi sono asintomatici o con sintomi lievi. In paese, per precauzione, sono stati chiusi un bar e un negozio di proprietà delle famiglie di due dei quattro giovani. Il numero complessivo dall'inizio della pandemia è di 3532 casi. Gli attualmente positivi nella regione sono 234. Gli ultimi aumenti sono legati ai flussi di migranti nelle quattro province. Secondo i dati di ieri, salgono a 31 i migranti positivi al Covid-19 ospiti del centro d’accoglienza di Civitella del Tronto. Sono in 50 e tutti bengalesi. Sono arrivati da Porto Empedocle (Sicilia) nella notte tra il 31 luglio e il primo agosto con un gruppo di 200 ragazzi. Di questi, come raccontano i numeri dati dal servizio prevenzione e tutela della salute Abruzzo, 79 hanno contratto il virus. E sono: 16 migranti positivi a Moscufo, 8 all’Aquila (4, il 12 agosto), 16 a Gissi, 31 a Civitella del Tronto e 8 a Pettorano sul Gizio. Una percentuale altissima che va ben oltre 30% che l’assessore alla sanità Nicoletta Verì aveva previsto.

 

Marche

Boom di contagi da coronavirus anche nelle Marche: ne sono stati rilevati 32. Era dagli inizi di maggio che il numero dei positivi in un giorno non superava quota 30 (40 il 9/5). Dei casi di ieri ne sono stati riscontrati 19 in provincia di Pesaro Urbino, sei in quella di Ascoli Piceno, quattro in provincia di Ancona, uno a Macerata e due riguardanti persone da fuori regione. Nell'ultima giornata, fa sapere il Gores, sono stati analizzati 1.280 tamponi: 681 nel percorso «nuove diagnosi» e 599 nel percorso «guariti». I nuovi casi comprendono rientri dall'estero, soggetti sintomatici, asintomatici contatti di casi positivi, contatti domestici e screening ospiti strutture residenziali.

 

Lazio

Nel Lazio ieri si sono registrati oggi 36 nuovi casi positivi al Covid-19, di cui 22 di importazione o che riguardano giovani di rientro dalle vacanze: in particolare, quattro casi di rientro da Malta, tre casi da Corfù e uno dalla Grecia, due casi da Ibiza e due da Barcellona, due casi dalla Francia, altri due dall'Ucraina, un caso dalla Germania, uno dalla Romania, un caso dall'Albania, uno dalla Bulgaria e due casi dal Sri Lanka.
 

Campania

Nuovo focolaio in Campania: sarebbe partito dall'hotel-castello la Sonrisa, a Sant'Antonio Abate, e ha portato alle disposizioni per una mini zona rossa nella cittadina in provincia di Napoli. Nella struttura sarebbero emersi finora una ventina di casi. Sempre in Campania un altro nuovo focolaio nell’Ospedale Vecchio Pellegrini nel centro storico di Napoli, dove si sono riscontrati pazienti 6 positivi negli ultimi giorni. Non ci sono contagiati nel personale sanitario.
 

Basilicata

Sono positivi quattro giovani residenti a Palazzo San Gervasio (Potenza) che nei giorni scorsi erano rientrati in Italia da una vacanza a Malta: ora si trovano in isolamento domiciliare. La notizia è stata confermata dal sindaco, Michele Mastro, il quale ha detto che la "situazione è monitorata". Il primo cittadino ha inoltre lanciato un invito "a tutti, in particolare ristoratori ed esercenti commerciali, al rigoroso rispetto delle norme anti-Covid, a cominciare dall'uso delle mascherine nei luoghi al chiuso".
 

Calabria

Sono 750 i tamponi effettuati fino ad ora sui giovani che nei giorni scorsi hanno frequentato le discoteche di Soverato o sono entrati in contatto con il giovane che sui social ha divulgato la notizia di essere positivo al Covid-19 indicando anche i nomi dei locali frequentati nel weekend scorso. Di questi, secondo fonti ufficiali dell'Asp, sono stati processati 150 tamponi, al momento tutti negativi. 
 

Sicilia

Allarme tra Palermo e Trapani dopo il caso di un uomo risultato positivo al Covid e che ha viaggiato a bordo di un pullman della linea Segesta che collega le due città. Il dipartimento di Prevenzione dell'Azienda sanitaria provinciale di Trapani ha diramato un invito alla quarantena volontaria per quanti abbiano viaggiato sul bus tra il 27 luglio e l'8 agosto scorso. Salgono a sei i casi di Covid-19 a Pozzallo, nel Ragusano. Secondo caso a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Si tratta sempre di un ragazzo del gruppo rientrato domenica sera da Malta. I due empedoclini erano assieme all'agrigentino che è stato il primo a risultare positivo al tampone rino-faringeo per la ricerca del virus. Il focolaio dei tre contagi dovrebbe dunque essere lo stesso. «Purtroppo penso che si tratti di un focolaio legato a tutti i giovani che sono rientrati da Malta domenica - ha detto il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina - . Facciamo la massima attenzione».

 

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA