San Benedetto, barca sugli scogli
Un giovane ha salvato due donne

Barca finisce sugli scogli
«Così ho salvato due donne
facendole gettare in mare»
SAN BENEDETTO - Ha messo in salvo la compagna e la suocera paralizzate dalla paura. Coraggioso salvataggio in mare di Matteo Cerini, un trentaduenne romano di fronte al porto di San Benedetto. L’uomo era infatti al comando di una imbarcazione da diporto salpata poco prima da Pescara. A bordo, oltre a lui, c’erano le due donne. All’altezza del porto sambenedettese, poco dopo le 11, ha deciso di tuffarsi in acqua così ha spento il motore. 
«Una volta risalito a bordo – racconta – ho provato a riaccendere il motore senza però riuscirci». Sono iniziati i primi problemi perché, stando a quanto riferisce Cerini, la corrente ha iniziato a trascinare lentamente la barca verso gli scogli di protezione del molo Nord. «Ho contattato sia il Circolo Nautico che la Guardia Costiera – spiega – segnalando loro la situazione e fornendo la mia posizione. Su consiglio dell’operatore con il quale ho parlato ho gettato l’ancora e accorgendomi che la barca stava comunque finendo verso gli scogli ho sollecitato ulteriormente un intervento». Secondo quanto riferito da Cerini però la motovedetta si è portata in un’altra zona del porto rispetto all’effettiva situazione. «Io ero a Nord dell’imboccatura del porto ma loro si sono diretti a Sud – afferma – allora ho tentato di fare tutto da solo. Con il mezzo marinaio, uno strumento della navigazione marittima formato da una lunga asta che termina con un uncino, utilizzato per avvicinare il natante alla costa durante la manovra di ormeggio o per allontanarsi spingendo la punta contro l’ostacolo, ho tentato di spingere la barca lontano dagli scogli, con i quali era ormai venuta a contatto diretto, e quando l’asta si è piegata ho capito che era necessario che le due passeggere a bordo del natante abbandonassero subito la barca». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 31 Maggio 2017, 09:51 - Ultimo aggiornamento: 31-05-2017 09:51

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO