Centro storico ai pedoni, Ztl di sera e nei weekend. L’Arengo vuole sperimentare la chiusura tra piazza Roma e corso Trieste durante i lavori

Giovedì 10 Febbraio 2022 di Luca Marcolini
I lavori in corso Trieste ad Ascoli

ASCOLI - Il cantiere per la riqualificazione di corso Trieste, previsto verso maggio (considerando che l’avviso per l’appalto è già stato pubblicato), potrebbe essere accompagnato dalla sperimentazione della nuova zona a traffico limitato in centro con fasce orarie solo per il transito dei residenti.

Proprio l’avvio dei lavori per la ripavimentazione dell’importante arteria cittadina, infatti, considerata la necessità di chiusure (anche parziali) al traffico per poter eseguire l’intervento, potrebbe rappresentare un test per l’idea del sindaco Marco Fioravanti di alleggerire i carichi di auto in determinate ore della giornata e, al tempo stesso, agevolare i residenti nella ricerca di spazi per la sosta

 
La riflessione
Il primo cittadino starebbe valutando, insieme al vice sindaco con delega al traffico Giovanni Silvestri, all’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli e alla comandante della polizia municipale (nonché mobility manager) Patrizia Celani, la possibilità di partire con questa nuova Ztl con fasce serali e nei weekend in coincidenza con l’avvio del cantiere che si aprirà a primavera per restituire un’immagine decorosa a corso Trieste.

Zona a traffico limitato che poi potrebbe essere istituita in maniera definitiva, se i riscontri saranno positivi, una volta che saranno conclusi i lavori di ripavimentazione. E una decisione ufficiale, in tal senso, dovrebbe arrivare a breve per organizzare tutta la necessaria segnaletica. 


Cantiere e ztl 
Per quanto riguarda l’avvio dell’intervento di riqualificazione su corso Trieste, per un investimento di circa 2,2 milioni, entro il 18 febbraio dovranno pervenire le adesioni delle ditte per poi procedere con la gara telematica. L’obiettivo è quello di aprire il cantiere per maggio. Ma proprio cogliendo l’opportunità di questi lavori in pieno centro, il sindaco starebbe valutando l’ipotesi di una sovrapposizione dei lavori con l’attivazione sperimentale della zona a traffico limitato che riguarderebbe il transito in determinate fasce orarie solo per i residenti, da piazza Roma alla fine di corso Trieste.

Quindi, visti i disagi che ci sarebbero per lo svolgimento dei lavori, anche con la necessità di parziali chiusure, si vorrebbe cogliere la palla al balzo per testare questa soluzione sperimentale per la viabilità, andando perlomeno ad agevolare da subito i residenti e alleggerendo i carichi di traffico. L’obiettivo, in realtà, sarebbe triplice: mitigare il problema dei posteggi per gli abitanti del centro al loro rientro a casa la sera (contrastando quindi la sosta selvaggia), garantire un’immagine più turistica del centro, rendendolo nel fine settimana più facilmente visitabile a piedi e alleggerire gli attuali flussi veicolari che quotidianamente pesano sulla mobilità in centro. 


Le fasce orarie 
L’ipotesi al vaglio per la nuova Ztl riguarderebbe due tipi di fasce orarie per il transito riservato, nella zona individuata, solo ai residenti. La prima sarebbe la fascia serale, ad esempio dalle 21 fino alla mattina seguente durante tutti i giorni feriali. Questo consentirebbe ai residenti di trovare una maggiore disponibilità di parcheggi. L’altra fascia oraria da istituire sarebbe quella della chiusura alle auto in quella stessa zona del centro nei fine settimana, consentendo il transito nel tratto da piazza Roma a fine corso Trieste, durante il weekend, solo ai residenti. Andando a ricalcare parzialmente quanto già sperimentato in occasione di manifestazioni come la fiera di Natale, il Carnevale, la Quintana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA