Occhi elettronici controllano le auto sospette in transito ad Ascoli. Nuove telecamere a Croce di Tolignano

Lo svincolo dell'Ascoli-Mare a Porta Cartara dove sono posizionate già alcune telecamere del sistema
Lo svincolo dell'Ascoli-Mare a Porta Cartara dove sono posizionate già alcune telecamere del sistema
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Domenica 4 Settembre 2022, 02:30 - Ultimo aggiornamento: 18:53

ASCOLI - Nel segno dei video-controlli per la sicurezza, ora l’Arengo ha aggiudicato a una ditta specializzata l’incarco di installare ulteriori telecamere per il controllo delle targhe delle auto a Croce di Tolignano, ovvero nella zona più ad ovest del quartiere di Monticelli.

Un’integrazione, ritenuta utile per potenziare il sistema di videosorveglianza già definito precedentemente con l’installazione di apparecchi di ripresa delle targhe nelle principali vie di accesso della città per intercettare e controllare attraverso specifiche banche dati sia le auto rubate o sospette che quelle prive di assicurazione. Una rete di controllo che, così come concepita e ora ampliata, dovrebbe costituire, una volta operativa, uno strumento di controllo sul fronte della sicurezza molto importante per il territorio comunale ascolano.   

Nell’ambito del più ampio progetto, già avviato, di riuscire a controllare in tempo reale tutti i flussi veicolari in ingresso e in uscita dalla città, per individuare eventuali situazioni sospette, si inserisce adesso un ulteriore passaggio: l’installazione, ritenuta necessaria, di un sistema di telecamere per la lettura delle targhe nella zona di Croce di Tolignano, ovvero quella parte della città che si trova ad ovest del quartiere di Monticelli. Un’integrazione, quindi, che dovrebbe ora, con l’aggiudicazione già avvenuta ad una ditta specializzata, andare ad affiancare le altre telecamere posizionate e messe in rete in altre zone di accesso della città. Gli accessi al centro urbano che saranno monitorati da questo sistema Street access control, con le telecamere già installate, sono la strada Salaria altezza del bivio della zona di Monteverde, ad ovest di Porta Romana, l’uscita e l’ingresso della superstrada Ascoli-mare all’altezza di Porta Cartara, la Piceno Aprutina all’altezza del 235° Rav Piceno e l’accesso ad est da via dei Girasoli a Monticelli. Ed ora anche la zona di Croce di Tolignano.

il sistema di controllo delle targhe e dei transiti che si andrà finalmente ad attivare si basa su un sistema di telecamere con riconoscimento ottico in grado di leggere le targhe dei veicoli che transitano in una certa porzione d’area inquadrata dalla telecamera di controllo, ma ora implementate anche con immagini della zona. Una volta identificata la targa, il dato verrà inviato al server ubicato nella Questura e a quello del Comando di polizia municipale dove, oltre che archiviare la targa in un apposito database, verranno interrogate le banche dati nazionali di Ania e Motorizzazione civile e nel caso in cui una targa risulti nella banca dati dei veicoli rubati, si entrerà in azione. I punti di videocontrollo alle porte della città – che costituiranno una sorta di “mura digitali” – avranno, dunque, il compito di monitoraggio degli ingressi di auto ad Ascoli offrendo, dunque, la possibilità di verificare, come detto attraverso le targhe, la presenza di auto sospette o rubate e anche la presenza di veicoli non assicurati e persino non revisionati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA