Gli stalli blu costano meno, c’è l’opzione per l’acquisto: firmata la convenzione con la Saba, ecco le disposizioni anche per il futuro

Gli stalli blu costano meno, c è l opzione per l acquisto: firmata la convenzione con la Saba, ecco le disposizioni anche per il futuro
Gli stalli blu costano meno, c’è l’opzione per l’acquisto: firmata la convenzione con la Saba, ecco le disposizioni anche per il futuro
di Luca Marcolini
4 Minuti di Lettura
Martedì 16 Novembre 2021, 03:00

ASCOLI  - La vecchia convenzione per la sosta, ingessata e rigida tra tariffe intoccabili e un pesante debito pregresso, diventerà carta straccia e finirà nel cestino prima di Natale. Quando il consiglio comunale approverà, dopo il via libera della giunta previsto per oggi, il nuovo accordo, storico, tra Arengo e Saba. 

 


Un regalo da mettere sotto l’albero che, come sottolineato dal sindaco Marco Fioravanti, non solo include tariffe abbassate ad 1 euro all’ora per le prime 2 ore in tutti gli stalli blu (lunga sosta esclusa), ma anche il permesso speciale per ampliare gli stalli a disposizione dei residenti del centro, la zona mista a Campo Parignano, ma anche l’azzeramento del debito pregresso del Comune e l’opzione per il riacquisto al 31 dicembre 2024 per 6 milioni 585mila euro (che diventerebbero 6 milioni e 143mila euro in caso di riacquisto nel 2025, 5,8 milioni nel 2026 così via a scendere). Una rimodulazione che si concretizzerà a marzo 2022, dopo il rinnovo dei permessi dei residenti e che si basa su un accordo flessibile, rimodulabile ogni due anni. 


«Ci accingiamo – sottolinea il sindaco Fioravanti - a varare un accordo molto importante, storico per la città, perché ci consentirà di tornare padroni in casa nostra sul fronte della sosta. Dopo due anni e mezzo di attività di questa amministrazione riusciamo a mantenere quanto promesso in base al nostro programma elettorale che vedeva come pietra miliare una rimodulazione della sosta con un abbassamento delle tariffe, un incremento dei posti per residenti e di poter tornare a scegliere e decidere sui parcheggi ad Ascoli. Questa amministrazione verrà ricordata anche per questa convenzione che cambierà la città con una convenzione flessibile e la possibilità di riscattare i parcheggi. E, tra l’altro, “tomberemo” per sempre il nostro debito pregresso con la Saba. E su un atto così importante ci sarà la firma di questo consiglio comunale». Pur essendo già stata inserita nella bozza iniziale l’opzione del riscatto, ora nella nuova convenzione c’è la novità della somma già definita per l’eventuale riacquisto. 


L’Arengo, se vorrà, al 31 dicembre 2024 potrà far valere l’opzione di riscatto dei parcheggi pagando 6 milioni e 585mila euro, mentre se li riacquistasse nel 2025 pagherebbe 6 milioni e 143mila euro e nel 2026 5,8 milioni. «Un passaggio fondamentale – spiega il sindaco – perché il riacquisto non era più possibile con la vecchia convenzione. Inoltre, abbasseremo le tariffe su tutti gli stalli blu ad 1 euro all’ora per le prime 2 ore di sosta oltre a proporre un permesso speciale facoltativo per concedere più stalli ai residenti del centro. Altra cosa importante è la flessibilità della convenzione, perché in base alle esigenze, come situazioni imprevedibili quali il terremoto o la pandemia, si potranno apportare modifiche, attraverso un tavolo di lavoro, con rimodulazioni ogni due anni. Dobbiamo essere liberi di fare una politica turistica, per i residenti, commerciale e così via. La nostra esigenza è dare la priorità all’interesse pubblico e in subordine, per quanto possibile, conciliarlo con l’interesse privato del gestore. Abbiamo minacciato azioni legali in tal senso, ma va riconosciuta la grande disponibilità della Saba, con l’amministratore delegato Tosti».


La costruzione della nuova convenzione ha richiesto circa un anno e mezzo di trattativa e 26 riunioni. «È stato un grande lavoro di squadra – sottolinea Fioravanti – e voglio ringraziare tutta la giunta, tra cui il vice sindaco Gianni Silvestri con delega alla sosta che ha seguito il progetto con grande determinazione e l’assessore al bilancio Dario Corradetti che ci ha aiutato anche nella parte dell’analisi del piano economico. Oltre all’assessore alle politiche sociali Massimiliano Brugni col quale abbiamo deciso di mantenere la gratuità sugli stalli blu per le persone disabili. Un grazie ai consiglieri che ci hanno aiutato a migliorare la prima bozza di alcuni mesi fa, aggiungendo agevolazioni economiche per chi lavora in centro. Ringrazio inoltre il consulente Carlo Cantalamessa, che ha anche deciso di donare il proprio compenso per attività di solidarietà, e tutti i dirigenti e tecnici». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA