Scuole, traslochi in due step: si parte con le prime cinque. Ecco quali sono e il programma completo dei cantieri

Scuole, traslochi in due step: si parte con le prime cinque. Ecco quali sono e il programma completo dei cantieri
Scuole, traslochi in due step: si parte con le prime cinque. Ecco quali sono e il programma completo dei cantieri
di Luca Marcolini
4 Minuti di Lettura
Sabato 2 Ottobre 2021, 08:25

ASCOLI  - Superato anche l’ennesimo ostacolo burocratico-procedurale, ora l’Arengo si accinge ad aggiudicare – con la gara telematica già avviata durante l’estate, ma poi sospesa in attesa di una verifica – i primi lavori di adeguamento sismico nel programma degli 11 cantieri previsti e finanziati. Passando dalle carte al cantiere per la scuola media “Don Giussani” a Monticelli. Con l’aggiudicazione, infatti, si partirà con questo primo intervento, per complessivi 4,1 milioni di euro, che aprirà poi la strada a tutti gli altri. 

 


Ma, nel frattempo, il sindaco Fioravanti in raccordo con il dirigente tecnico Galanti, in attesa di conoscere l’eventuale disponibilità di immobili privati come sedi temporanee, lavora all’ipotesi di una suddivisione dei trasferimenti in due step, utilizzando quindi le strutture provvisorie per i primi cinque cantieri che partiranno per poi, mentre le altre procedure andranno avanti, trasferire gli altri studenti a seguire, man mano che si concluderanno i primi lavori avviati. Una scelta che dovrebbe concretizzarsi sulla base dell’avanzamento delle singole procedure per le sedi scolastiche. 


«Stiamo vivendo una fase molto delicata e complessa, - sottolinea il sindaco Fioravanti in consiglio comunale - specie per il nostro territorio tra pandemia e terremoto. E stiamo cercando di velocizzare la ricostruzione pubblica e privata, ricordando che la priorità, nel nostro programma, è per l’adeguamento sismico e la ricostruzione delle scuole. In tal senso abbiamo sollecitato il commissario Legnini a predisporre l’ordinanza “Ascoli” e abbiamo condiviso il provvedimento, utile per velocizzare il processo delle progettazioni e dell’apertura dei cantieri. Costantemente ci riuniamo con l’Ufficio del commissario per trovare insieme le migliori soluzioni per velocizzare le procedure». «Siamo già partiti – aggiunge Fioravanti - con la progettazione di gran parte delle 11 strutture scolastiche su cui intervenire. Ma soprattutto, dopo aver atteso un ultimo parere necessario, adesso possiamo concludere la gara per sbloccare i lavori della scuola media di Monticelli. Un intervento per il quale i tempi sono stati molto lunghi a causa delle vecchie procedure, ma adesso stiamo cercando di velocizzare il più possibile tutti gli altri procedimenti».

Si arriva, dunque, finalmente, allo sblocco della gara per la “Don Giussani” che si era impantanata a causa della verifica relativa alla possibile mancanza di requisiti di una delle 9 imprese che nel luglio scorso avevano presentato le offerte. Adesso, a verifica conclusa, si procederà in discesa verso l’aggiudicazione del primo intervento di adeguamento sismico (e anche di efficientamento energetico) tra gli 11 previsti. 


intanto, sindaco e uffici tecnici lavorano anche al programma dei trasferimenti di circa 1.200 studenti, oltre a quelli che si sono già spostati, per consentire l’avvio dei vari cantieri. In questa direzione, l’ipotesi che si sta analizzando, confermata dal primo cittadino, è quella di procedere, di fronte alle difficoltà di individuare una decina di sedi temporanee, con traslochi in due fasi. Ad esempio, prima il trasferimento per gli studenti dalle sedi che ospiteranno i primi cinque cantieri in partenza (considerando che sono già trasferiti quelli della media “Don Giussani” ormai da tempo, della “Cagnucci” e di Poggio di Bretta). Poi a seguire, una volta conclusi i primi interventi, toccherà alle scolaresche delle sedi in cui i cantieri partiranno più tardi. In tal senso, per una questione logistica, gli alunni della scuola elementare di Monticelli dovrebbero trasferirsi quando si concluderanno i lavori della scuola media nello stesso quartiere. 
Le procedure
Sempre nell’ultima seduta consiliare, il sindaco Fioravanti ha invitato tutti i presenti a collaborare ad una proposta da presentare sui tavoli governativi nazionali finalizzata a velocizzare le procedure, dopo l’ordinanza Ascoli specifica per le scuole del territorio, anche su tutti gli altri fronti in cui si sono ottenuti finanziamenti importanti, come ad esempio per i 90 milioni recentemente conquistati dall’Arengo per rivitalizzare il centro e le frazioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA