Una Notte Bianca di eventi e spettacoli per dimenticare pandemia. Ossigeno per i commercianti. Ecco il programma

Martedì 10 Agosto 2021 di Filippo Ferretti
La Notte Bianca dell0'anno scorso

ASCOLI - L’Arengo punta alla rinascita del centro storico dopo il Covid e, per farlo, realizza in assoluta sicurezza e in versione più contenuta, una manifestazione popolare, volta ad omaggiare, tra spettacoli, cibo e shopping “La notte di San Lorenzo”, la notte, tra il 10 e l’11 agosto, dedicata alle stelle cadenti e ai desideri. 

 

 

Ieri mattina, il sindaco Marco Fioravanti, accompagnato dagli assessori Nico Stallone e Monia Vallesi e affiancato dai responsabili dell’associazione “Aps Italia” - Riccardo Tarquini, Simone Amadio e Nicky Nardinocchi- hanno illustrato nei dettagli la kermesse, che sarà incentrata principalmente su 4 palcoscenici naturali del cuore della città. «Questa manifestazione è stata voluta per aiutare i commercianti del centro, i cui affari hanno molto sofferto nelle due ultime stagioni caratterizzate dalla pandemia» ha esordito il primo cittadino, sottolineando gli sforzi compiuti attualmente a beneficio di un progetto rivolto a creare un centro commerciale naturale, soprattutto in aiuto della categoria che non rientra nel food, quella che attualmente dimostra maggiori difficoltà. «La manifestazione rappresenta il primo passo per la ripartenza e non vuole essere solo rivolta ai giovani ma anche alle famiglie» ha proseguito il sindaco Fioravanti, ricordando la presenza anche di tante opportunità per i bambini.

Principalmente saranno quattro le aree rivolte alle attrazioni - Piazza Sant’Agostino, il Chiostro di San Francesco, piazza Ventidio Basso e, naturalmente, piazza del Popolo – anche se Fioravanti ha voluto includere anche piazza della Viola «affinché gli spazi a disposizione fossero maggiori per evitare il più possibile gli assembramenti». In piazza Sant’Agostino ci sarà la musica dal vivo dei “Rock Anthology”, la band ascolana che farà immergere il pubblico in un vero e proprio show rock con la rivisitazione dei più grandi successi della musica italiana ed internazionale .Nel Chiostro Maggiore di San Francesco ci sarà invece la Compagnia dei Folli,  la realtà famosa in tutto il mondo per il suo magico mix denso di storie e leggende, tra sacro e profano. E se in piazza Ventidio Basso le serate saranno assicurate con il duo comico costituito da Lando e Dino, all’anagrafe Fabrizio Tantucci e Gianfranco Bronzini, nel salotto cittadino arriverà il cantautore Bugo, al secolo Cristian Bugatti, reduce da due applaudite partecipazioni al Festival di Sanremo, al centro di un recital con i suoi maggiori successi, da “Sincero” a “Me la godo” fino al brano più recente,“E invece sì”.

Via Trieste e Piazza Roma saranno dedicate al food, con la presenza di numerosi stand di tipicità, mentre in piazza Arringo saranno allestiti spazi dediti ai più piccoli, con aree di gioco, giostre e gonfiabili. «La capienza massima consentita in ciascuna sede per ogni attrazione sarà di 80 persone, mentre il numero massimo in piazza del popolo sarà di 199 spettatori» ha spiegato Nicky Nardinocchi, ricordando che per ogni esibizione a cui si intende partecipare è obbligatoria la prenotazione (388-1085220). L’animazione inizia alle 20, dalle 21 gli spettacoli. All’ingresso di ogni location della festa, prima di accedere presso l’area circoscritta, ad ogni partecipanti verrà misurata la temperatura e chiesta l’esibizione del Green pass, così come previsto dalla normativa per il contenimento della epidemia di Coronavirus.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA