Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Corsa contro il tempo per un Natale sugli sci a Monte Piselli e si cerca un assist dal meteo

Gli impianti di risalita a Monte Piselli
Gli impianti di risalita a Monte Piselli
di Luigi Miozzi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Novembre 2021, 06:50

ASCOLI - Natale sulla neve a Monte Piselli. È quello a cui stanno lavorando il Cotuge e la Remigio Group, società che gestisce la stazione sciistica. Entro la fine del mese è previsto l’avvio del collaudo della seggiovia da parte dei tecnici dell’Ustif che dovranno dare il via libera all’utilizzo dellimpianto di risalita. Nel frattempo, si è già provveduto al montaggio dei seggiolini mentre il Consorzio turistico ha provveduto a sbrigare tutta le incombenze necessarie per farsi trovare pronti per l’inizio della stagione invernale. 

 

Dopo le controversie legali e i ricorsi al Tar e al consiglio di Stato per dirimere la battaglia legale per l’aggiudicazione della gara per la gestione della stazione sciistica e lo stop imposto lo scorso anno dall’emergenza sanitaria, il Cotuge e il gestore stanno lavorando per farsi trovare pronti e dare la possibilità ai tanti appassionati di sci e della montagna più in generale di dare sfogo alla loro passione. L’intenzione è quella di poter iniziare la stagione già dal prossimo 8 dicembre, sebbene l’incognita più grande rimane sempre quella della neve, con la speranza che le perturbazioni future possano portare un accumulo tale da poter preparare adeguatamente le piste. 

Da quanto si apprende, non dovrebbero esserci delle modifiche alle tariffe per l’utilizzo della seggiovia che non dovrebbero subire delle variazioni significative rispetto a quanto era stato stabilito nel 2019, quando il costo per l’abbonamento giornaliero era stato fissato a 22 euro; il prezzo dell’abbonamento mattutino valevole fino alle ore 12.30 era di 18 euro mentre per quello del pomeriggio che dà diritto a utilizzare gli impianti a partire dalle 13 bisognava pagare 13 euro. Più basse erano le tariffe previste nei giorni feriali: il costo del giornaliero era fissato a 16 euro, il mattiniero a 14 euro mentre l’abbonamento pomeridiano costava 10 euro. Spetterà ora al gestore l’ultima parola per stabilire le tariffe ufficiali per la stagione sciistica 2021/2022. 

Impianti di risalita che potranno essere utilizzati nel rispetto delle norme sui contagi e secondo le capienze autorizzate. Un nodo, questo, che potrà essere sciolto anche con le Regioni che potranno predisporre dei protocolli specifici. Non ci sarà comunque bisogno del green pass per salire sulla seggiovia poiché quella di Monte Piselli, essendo di vecchia concezione, è aperta. Green pass che, invece, sarà necessario per poter sedersi ai tavoli del Rifugio Tre Caciare, nei pressi della partenza della seggiovia all’Intermedia. Nella struttura sono stati eseguiti importanti lavori di manutenzione e, da ultimo, è stato predisposto anche l’accesso ai servizi igienici per i disabili. È stato realizzata una rampa di accesso dall’esterno con abbattimento delle barriere architettoniche. Il Cotuge, inoltre, ha avviato le pratiche per la sistemazione del Rifugio Pizi, situato proprio all’arrivo della seggiovia a Monte Piselli. la struttura ha subito dei danni dal sisma. Nel frattempo, però, sono stati compiuti dei lavori di messa in sicurezza della costruzione che, in caso di necessità, consentirebbero l’eventuale utilizzo della struttura stessa. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA