Ascoli, dissequestrato il crocifisso ligneo attribuito a Michelangelo

Mercoledì 4 Dicembre 2019
ASCOLI - La Cassazione ha disposto il dissequestro del Crocifisso ligneo attribuito a Michelangelo Buonarroti caveau della Banca Centrale di San Marino ora al centro di un lungo braccio di ferro giudiziario. «Quella della Suprema corte è una decisione importante perchè annullando il provvedimento del gip di Rimini, ha consentito dal punto di vista del diritto che il mio assistito possa rientrare in possesso dell’opera - commenta Francesco Ciabattoni, legale ascolano di Angelo Boccardelli che da anni rivendica la proprietà del Cristo ligneo attribuito a Michelangelo Buonarroti in qualità di erede dell’ambasciatore Giacomo Maria Ugolini -. Ora, però, dobbiamo attendere le motivazioni della sentenza per valutare il da farsi, in quanto i giudici hanno rinviato comunque il procedimento al tribunale di Rimini». L'opera doveva essere esposta al Battistero di Ascoli. © RIPRODUZIONE RISERVATA