Anello incastrato al dito
Ragazzo soccorso dai pompieri

Anello incastrato al dito Ragazzo soccorso dai pompieri
1 Minuto di Lettura
Venerdì 21 Novembre 2014, 20:44 - Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 06:33

OSIMO - Anello incastrato al dito di un ragazzino: i vigili del fuoco intervengono al pronto soccorso, chiamati dai medici dell'ospedale di Osimo e segano la fedina d'acciaio. Protagonista della disavventura un ragazzino osimano di 13 anni che giovedì dopocena si è presentato al Ss. Benvenuto e Rocco con l'anulare della mano destra esageratamente gonfio. La mamma gli aveva regalato un anellino d'acciaio e il ragazzo se l' era infila al dito nonostante la misura fosse troppo stretta. Poche ore dopo essersi seduto a tavola, intorno alle 22 di giovedì, il dito aveva cominciato a gonfiarsi e non c'era stato verso di togliere l'anello. I medici in servizio hanno tentato in tutti i modi di liberare la mano, ma nessuna sostanza lubrificante o azione meccanica ha funzionato. Ai sanitari non è rimasto che chiedere aiuto ai pompieri del distaccamento di San Sabino. Una vera e propria task force dei vigili del fuoco osimani, qualche minuto più tardi, è entrata nel reparto di Medicina d'urgenza.

Il giovanotto e la madre sono sbiancati quando hanno notato che conteneva seghe, seghetti, chiavi e pinze ma si sono fidati, in assenza di alternative.

I pompieri hanno tagliato l'anello con un piccolo seghetto per il ferro e dopo un'ora di lavoro certosino sono riusciti ad estrarre l'anello.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA