Falconara, le mamme coraggio di ragazzi disabili promuovono la raccolta fondi per sostenere l’inclusione

Le mamme coraggio di ragazzi disabili promuovono la raccolta fondi per sostenere l inclusione
Le mamme coraggio di ragazzi disabili promuovono la raccolta fondi per sostenere l’inclusione
di Gianluca Fenucci
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Settembre 2023, 03:35 - Ultimo aggiornamento: 12:50

FALCONARA Si chiama “Il volo della Libellula” Aps, l’associazione nata 2 anni fa dall’impegno e dallo spirito di intraprendenza di alcune mamme di ragazzi disabili. La neonata associazione organizzerà per venerdì 8 settembre la prima cena solidale per raccogliere fondi e finanziare così le iniziative e gli eventi rivolti ai ragazzi più fragili.


La presentazione


Per “Il volo della Libellula” sarà un modo per presentarsi ufficialmente, per far conoscere gli obiettivi dell’associazione in maniera diretta ai cittadini, per spiegare di persona le finalità e le attività portate avanti e che saranno allestite in futuro.

L’appuntamento è per le ore 19.30 al ristorante Picchio Beach, sulla spiaggia di Falconara, uno dei locali più conosciuti del litorale falconarese. Si potrà partecipare alla cena e con l’occasione conoscere queste madri intraprendenti e coraggiose, che hanno fondato l’associazione durante il periodo del lockdown per darsi supporto.

«L’emergenza sanitaria ha colpito particolarmente le persone fragili e le loro famiglie – afferma la professoressa Carla Carloni – e in special modo i ragazzi, che si sono trovati senza attività scolastica, senza centri di aggregazione e socializzazione, senza quelle occasioni quotidiane che in genere permettono loro di crescere, di fare esperienza, di poter contare sul sostegno di figure come gli educatori. E’ in questo periodo che abbiamo deciso di fondare l’associazione, un modo per supportarci e per supportare i nostri ragazzi».


Dal 2021, anno della fondazione, l’associazione “Il volo della libellula” persegue l’obiettivo di contribuire a garantire ai ragazzi con disabilità un’esistenza libera, una vita dignitosa, progettando, operando, divulgando e cercando di mettere in atto tutte quelle soluzioni che permettano a queste persone speciali di poter essere ben inserite nella società, nell’ottica di realizzare una vera, effettiva e piena inclusione sociale. 


Sono stati organizzati laboratori artistici, di attività motoria, iniziative culturali per sensibilizzare all’inclusione, incontri pubblici, appuntamenti nelle scuole, collaborazioni con altre associazioni del terzo settore, con imprenditori ed enti pubblici anche per favorire l’inserimento lavorativo dei ragazzi. Una bella realtà tutta falconarese, che di recente ha aperto le porte anche agli adulti con disabilità. Alla cena di venerdì 8 settembre, che sarà accompagnata da musica e lettura di poesie, parteciperanno anche il sindaco Stefania Signorini e l’assessore ai Servizi sociali Ilenia Orologio.


L’importanza 


«L’amministrazione comunale vuole sostenere l’attività dell’associazione – spiegano il sindaco Stefania Signorini e l’assessore Ilenia Orologio – che rappresenta un valore aggiunto per la nostra comunità: le fondatrici, proprio perché mamme di ragazzi con disabilità, conoscono meglio di chiunque altro le difficoltà e i bisogni delle famiglie. E’ importante che i nostri servizi sociali facciano rete con le associazioni del territorio e anche per questo abbiamo messo a disposizione i locali del centro Metropolis di via Leopardi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA