Falconara, la carezza di Vasco alla super fan morta investita sulle strisce: «Ciao, dolce Toffee»

Falconara, la carezza di Vasco per la fan morta investita sulle strisce: «Ciao, dolce Toffee»
Falconara, la carezza di Vasco per la fan morta investita sulle strisce: «Ciao, dolce Toffee»
di Gianluca Fenucci e Stefano Rispoli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Settembre 2022, 03:45 - Ultimo aggiornamento: 9 Settembre, 15:29

FALCONARA - «Ciao dolce Toffee». Poche parole, cariche di commozione, per ricordare Daniela Volponi, una delle sue più grandi fan. Vasco Rossi ha affidato a una storia su Instagram il dolore per la morte della 57enne travolta e uccisa da un’auto martedì mattina sulla Flaminia, a Villanova. Nel post il Blasco compare abbracciato alla sfortunata falconarese, con la colonna sonora di Toffee, brano a cui Daniela era legatissima, al punto da ispirare il suo soprannome.

Non si perdeva un concerto della star di Zocca dal 1983: sempre presente, in ogni stadio. La notizia della sua morte ha sconvolto lo staff di Vasco, che ieri ha voluto ricordare la sua supporter sfegatata a Castellaneta, località del Tarantino dove ogni anno il rocker incontra una ristretta delegazione di iscritti al fan club ufficiale. Una speciale dedica social è arrivata anche da Vince Pastano, chitarrista di Blasco: «Ciao Daniela, mi mancherai moltissimo». 


Il presagio 


La 57enne aveva due ragioni di vita: Vasco e la sua cagnolina Trilly, di cui ora si stanno occupando gli amici più stretti. Nel cruscotto della sua auto è stato trovato un bigliettino, una sorta di testamento. «Se mi succede qualcosa, prendetevi cura di Trilly: mi raccomando, non portatela al canile». Quasi un presagio. Forse Daniela, che viveva da sola, si sentiva che il destino avrebbe potuto voltarle le spalle all’improvviso. E’ morta per una tragica fatalità, travolta - secondo la ricostruzione della Polizia locale di Falconara - da una Mercedes condotta da una donna di Montemarciano che si era fermata per consentirle di attraversare la strada sulle strisce pedonali. Ma in quel momento è arrivata una Ford Fiesta - anche questa guidata da una montemarcianese - che ha tamponato l’altra auto, spingendola contro Daniela e finendo per travolgerla. Con un ultimo, straziante gesto di generosità, la 57enne ”Toffee” è riuscita a spingere la sua cagnolina in avanti, evitando che venisse investita e salvandole la vita. 

Il fascicolo


La Procura non ha disposto l’autopsia sul corpo della donna, che lavorava all’Istituto Helvetico Sanders: dunque la salma è stata restituita ai familiari per l’ultimo saluto con rito civile, ma data e luogo non sono ancora stati fissati. Il pm Ruggiero Dicuonzo ha aperto un fascicolo per omicidio stradale che, per ora, è a carico di ignoti e, in attesa dell’informativa della Polizia locale ha ordinato il sequestro dei veicoli coinvolti nell’incidente mortale. Intanto, è stato ascoltato un testimone oculare, un 18enne d’origine romena che ha assistito all’investimento mentre viaggiava in direzione Senigallia con la fidanzata. «Ho visto la Mercedes travolgere quella signora - ci racconta il ragazzo, ascoltato dagli investigatori -, è finita sul cofano, poi a terra, sotto le ruote. Prima di essere urtata ha lanciato con il guinzaglio la sua cagnolina, di cui mi sono occupato io per ore. Da quel gesto ho capito che la amava tanto». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA