Ancona, proposta hard, poi i tre ubriachi
l'assalgono a calci e pugni e la rapinano

Proposta hard, poi i tre ubriachi assalgono
a calci e pugni e rapinano una 33enne
di Stefano Rispoli
ANCONA - «Ehi, ti va di divertirci a casa tua?». Poi l’hanno accerchiata e rapinata. Notte di paura e di lacrime in corso Amendola, quelle versate da una 33enne nigeriana che ha vissuto momenti di terrore quando si è vista circondata da tre balordi che, in preda ai fumi dell’alcol, hanno tentato anche un approccio sessuale e, fra tante scuse, sono riusciti a strapparle di mano un cellulare prima di darsi alla fuga.
La polizia, con un intervento tempestivo, ne ha arrestati due in piazza Cavour, mentre provavano a nascondersi e a opporsi alle manette con calci e pugni verso gli agenti delle Volanti. Si tratta di un 22enne anconetano, disoccupato (A.B. le iniziali) e un operaio di 24 anni del Burkina Faso (A.M.) domiciliato in città e richiedente asilo, che in questura ha dato il peggio di sé, urlando: «Siete dei razzisti, ve la prendete con me perché sono nero!».
 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 18 Aprile 2019, 03:15 - Ultimo aggiornamento: 03:15