Caos aeroporti, cancellati 16mila voli ad agosto in Europa

Turkish Airlines è il vettore con il maggior numero di cancellazioni in Europa

Caos aeroporti, cancellati 16mila voli ad agosto in Europa
Caos aeroporti, cancellati 16mila voli ad agosto in Europa
3 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Luglio 2022, 14:40 - Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 13:57

Le compagnie aeree europee hanno cancellato 15.788 voli previsti per il mese di agosto a causa di scioperi e carenze di personale, pari al 2% del loro programma totale e al 60% delle operazioni a livello mondiale. È quanto emerge da un rapporto di Cirium, la società di analisi del settore dell'aviazione. Inoltre, le compagnie aeree di tutto il mondo hanno registrato 25.378 voli cancellati dagli orari di agosto, il che significa l'eliminazione di circa 818 voli al giorno, 4,4 milioni di posti rimasti invenduti e meno dell'1% dell'orario totale.

Caos viaggi, partenze a rischio: quanto dura lo sciopero del 17 luglio e quali sono le compagnie che aderiscono

Voli cancellati ad agosto, maglia nera per Turkish Airlines

Il rapporto Cirium sottolinea che il continente europeo è la regione più colpita a causa della combinazione di un'impennata della domanda, della carenza di personale e delle vertenze sindacali che hanno portato a una serie di scioperi. Per quanto riguarda le compagnie aeree, Turkish Airlines è il vettore con il maggior numero di cancellazioni in Europa, con 4.408 voli, metà dei quali a Istanbul e un quarto verso la Russia. Seguono British Airways con 3.600 cancellazioni, easyJet (2.045), Lufthansa (1.888) e Wizz Air (1.256). In altre parti del mondo, la brasiliana Azul ha cancellato 2.133 voli, la sudcoreana Korean Air ne ha ritirati 2.033, mentre l'indiana IndiGo ne ha cancellati 2.030.

 

Vacanze sempre più care

Le vacanze estive del 2022 saranno ricordate come le più care degli ultimi 50 anni. Lo afferma il Codacons, dopo gli ultimi dati Istat che registrano rincari elevatissimi per il comparto turistico. Iniziando dagli spostamenti, chi deciderà di partire per la villeggiatura deve mettere in conto aumenti abnormi per aerei, traghetti e carburanti - spiega il Codacons - I voli nazionali costano un terzo in più rispetto allo scorso anno (+33,3%) mentre le tariffe dei voli internazionali sono più che raddoppiate, segnando il record del +124,1%. Il record spetta ai voli europei le cui tariffe, in base ai dati odierni dell'Istat, salgono del +139%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA