Roglic asfalta tutti nella cronometro: Dumoulin favola d'argento, Ganna fuori podio per pochi centesimi

Mercoledì 28 Luglio 2021 di Carlo Gugliotta
Roglic asfalta tutti nella cronometro: Dumoulin favola d'argento, Ganna fuori podio per pochi centesimi

Primoz Roglic ha letteralmente asfaltato la concorrenza nella cronometro olimpica che si è disputata quest'oggi sulla distanza di 44 km, in un percorso tutt'altro che favorevole agli specialisti a causa della presenza di numerosi saliscendi lungo tutto il tracciato. Il corridore sloveno, vincitore delle ultime due edizioni della Vuelta, è stato l'unico partecipante capace di superare i 48 km/h di media, chiudendo con il tempo di 55'04. Una medaglia d'oro che ha il sapore della rivincita per Roglic, partito da grande favorito all'ultimo Tour de France terminato però in anticipo a causa dei postumi di una caduta durante la quale vi è stato anche un contatto con il campione d'Italia Sonny Colbrelli.

 

Roglic aveva provato in tutti i modi a stringere i denti per portare a termine la corsa nella quale lo scorso anno era salito sul podio, ma non ce l'ha fatta. Ha così potuto preparare con calma i Giochi Olimpici, ed è stato autore di una prova davvero eccezionale. Ma è da sottolineare anche la grande prestazione di Tom Dumoulin: il corridore olandese aveva conquistato l'argento anche a Rio 2016, ma questo secondo posto ha davvero il sapore di una vittoria per un corridore che a gennaio aveva deciso di ritirarsi e che ha ritrovato gli stimoli giusti proprio in vista delle Olimpiadi, che gli hanno offerto la spinta mentale per rimettersi in gioco dopo un periodo buio. 

Tokyo 2020, niente da fare per Ganna: è quinto nella crono di Roglic

Terza posizione per lo specialista Rohan Dennis, che ha superato di pochi millesimi di secondo sia Stefan King che Filippo Ganna. L'azzurro, quinto a 1'06" da Roglic, è andato molto forte nella prima parte, ma con il passare dei chilometri la sua pedalata si è fatta più appesantita. L'azzurro cercherà riscatto su pista dopo aver mancato la medaglia per un battito di ciglia, mentre Alberto Bettiol ottiene l'undicesima posizione

 

Tra le donne, sulla distanza di 22 km, Annemiek Van Vleuten ha conquistato l'oro davanti alla svizzera Marlen Reussen e alla sua connazionale, l'olandese Anna van der Breggen. Elisa Longo Borghini ha chiuso decima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA