Juve, Ronaldo e Dybala show nel derby. Buio pesto Toro ko 4-1

Sabato 4 Luglio 2020 di Alberto Mauro
Dybala e Ronaldo, Torino al tappeto

TORINO Nel giorno del record di Gigi Buffon - nella leggenda oltre Maldini con 648 presenze in A-, la Juve prima passeggia poi trema, perché si complica la vita strada facendo, e infine torna a dominare chiudendo il derby 4-1. La risolvono ancora Dybala e Ronaldo (alla prima rete su punizione in maglia bianconera), quarta partita consecutive con entrambi sul tabellino dei marcatori e una sintonia che ormai si può considerare sinergia totale. Sembra tutto in discesa dopo l’1-0 di Dybala al 3’ minuto - quinta partita consecutiva in campionato a segno per la Joya - con la complicità di Lyanco e Izzo.

E il raddoppio di Cuadrado conferma la superiorità bianconera, la Juve domina in lungo in largo mentre i granata iniziano a macinare qualcosa solo dopo la mezz’ora. Maresca dà una mano a Longo, concedendo un rigore piuttosto dubbio per fallo di mano in area di de Ligt (braccio vicino al corpo, dopo una deviazione d’anca) dopo un ripensamento e il consulto VAR.

E improvvisamente, a inizio ripresa, una partita chiusa si riapre, il Toro prende coraggio mentre la Juve non ha più la brillantezza fisica dell’avvio. Verdi, il più attivo dei suoi, mette i brividi a Buffon con una botta da fuori, sulla ribattuta ci riprovano prima Belotti, poi lo stesso Verdi, palla in rete ma gol annullato per fuorigioco netto del Gallo. De Ligt e Dybala, in diffida, saltano il Milan per cartellini gialli, ci pensa Ronaldo a ristabilire le distanze, con una punizione perfetta dal limite. Douglas arrotonda con la complicità di Djidji (autogol clamoroso) sul 4-1, la Juve non perde più un colpo, la Lazio ora non può sbagliare.

LEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 21:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA