Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ascoli con il lutto al braccio per gli alluvionati contro il Parma di Buffon. I convocati

Ascoli con il lutto al braccio per gli alluvionati contro il Parma di Buffon. I convocati
Ascoli con il lutto al braccio per gli alluvionati contro il Parma di Buffon. I convocati
di Anna Rita Marini
3 Minuti di Lettura
Sabato 17 Settembre 2022, 04:15

ASCOLI Dimenticare la sconfitta di Perugia e battere il Parma di Gigi Buffon che oggi sarà regolarmente al suo posto a difendere la squadra della sua città, questo è quello che viene chiesto ai bianconeri dell’Ascoli.
Cristian Bucchi per il match di questo pomeriggio con i ducali ha convocato 24 giocatori, per tornare a vincere serve una prestazione tutto cuore e determinazione.  Tra i convocati non c’è Nicola Falasco, come abbiamo anticipato nei giorni scorsi; il terzino sinistro accusa una contusione al quadricipite e per tutta la settimana si è allenato a parte. Con Falasco mancheranno ovviamente i due giocatori infortunatisi gravemente, ovvero Nicola Leali ed Eddy Gnahoré, oltre a Amato Ciciretti, anche lui ai box da qualche settimana per un fastidio alla caviglia. Questi i convocati; Baumann, Bolletta, Guarna, Adjapong, Bellusci, Botteghin, Donati, Giordano, Quaranta, Salvi, Simic, Buchel, Caligara, Collocolo, Eramo, Fontana, Giovane, Bidaoui, Dionisi, Falzerano, Gondo, Lungoyi, Mendes, Palazzino. 


Il modulo non cambia


Il tecnico nella rifinitura di ieri ha riprovato il consueto schema tattico ovvero il 4-3-3 questo sta a significare che l’ipotesi del 4-4-2 , schema provato in settimana, sarà per il momento accantonato. Il tecnico sembra orientato a mandare in campo lo stesso schieramento che ha giocato a Perugia, con poche eccezioni. Nel ruolo di terzino sinistro al posto dell’infortunato Falasco giocherà il giovanissimo Francesco Giordano, a destra il favorito sembra Alessandro Salvi, in mezzo agiranno come sempre Eric Botteghin e Giuseppe Bellusci. Sulla linea di centrocampo giocheranno invece Michele Collocolo, Marcel Buchel e il rientrante Caligara. Davanti Falzerano sembra favorito rispetto a Lungoy, per quanto riguarda la corsia destra d’attacco, a sinistra sarà confermato Bidaoui, ex parmense, con Cedric Gondo a guidare il reparto offensivo. Questa dovrebbe essere la formazione che Bucchi dovrebbe mandare in campo qualora scegliesse di schierare la squadra con il consueto 4-3-3. Se invece opterà per il 4 4 2 allora l’impostazione cambierà soprattutto per quanto riguarda il centrocampo e l’attacco, quasi certamente con Dionisi al fianco di Gondo. Ma l’ipotesi del cambio di modulo appare alquanto improbabile, visto che anche ieri mattina il tecnico ha provato il modulo di sempre. Quello che conta comunque è che la squadra dimostri di aver superato senza traumi la trasferta di Perugia e che scenda in campo con l’atteggiamento la mentalità adatte per il campionato di Serie B, dove oltre alla tecnica e al gioco serve anche avere carattere in mezzo al campo, quel carattere che l’Ascoli ha sempre mostrato nella passata stagione. 


Solidarietà agli alluvionati


I bianconeri scenderanno in campo con il lutto al braccio per ricordare le vittime dell’alluvione del Senigalliese, anche il club bianconero si è stretto accanto alla popolazione colpite da questa calamità naturale, una popolazione di cui fanno parte anche diversi tifosi bianconeri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA