«Dobbiamo cambiare i canoni della bellezza»: la star del pilates Ory Avni svela i segreti per migliorare la salute

Domenica 29 Maggio 2022 di Laura Ripani
Max Ratta e Ory Avni

«Il mio obiettivo non è solo insegnare le mosse, ma far capire l’impatto di ogni mossa: creo insegnanti pensanti». Arriva nelle Marche Ory Avni, una delle più note guru del pilates a livello mondiale. La master trainer israeliana ha studiato a New York, dove ha vissuto per molti anni, e sarà da domani la star dell’evento della durata di 5 giorni, che si terrà alla palestra Eagle di San Benedetto, voluto da Massimiliano Ratta, che di Ory è il rappresentante in Italia.

 
L’occasione
L’occasione della presenza dell’icona di una disciplina ormai così nota e popolare è quella di affrontare l’argomento delicato dei rapporti tra la forma e la sostanza, il look e la salute che, a volte, si confondono tra i fruitori delle palestre. «Fare sport - spiega Ory - è estremamente importante per chiunque. Tutti vogliamo essere più sani ma oggi lo vogliamo fare anche divertendoci. Una volta eravamo molto più attivi: correvamo, ci arrampicavamo sugli alberi, combattevamo...oggi siamo sedentari, fumiamo e tutto questo può avere effetti negativi sul nostro benessere». Per le donne è ancora peggio, secondo Ory: «Le donne vanno incontro a cambiamenti sostanziali durante la loro vita e con il trascorrere degli anni: gravidanze, menopausa, perdita di agilità e resistenza. Si assiste alla perdita di massa magra (sarcopenia ndr) ed è importante soprattutto fare in modo che i muscoli mantengano la loro forza e aumentino il bilanciamento». Non è soltanto un problema di immagine, dunque, ma soprattutto di qualità della vita. «Le persone - spiega ancora Ory che nel suo studio forma numerosi trainer provenienti da tutto il mondo - di solito cominciano uno sport perché vogliono migliorare il proprio aspetto ma poi è il benessere che conta. Secondo me molti hanno problemi con l’immagine del proprio corpo. I media mostrano modelli stereotipati per altezza, peso e così via. Molti quindi si iscrivono in palestra per vedersi più belli, per aderire a dei modelli e perdere peso. Per avere insomma benefici dagli esercizi. Tutti si vogliono vedere più belli e sentirsi meglio. I media giudicano, insomma, le persone per come appaiano più che per quello che sono e noi tutti dobbiamo fare qualcosa per cambiare tutto questo. Dobbiamo cambiare i modelli di riferimento». 
I cambiamenti
I cambiamenti insomma, avvengono lentamente e comunque ognuno ha il proprio fisico, il proprio obiettivo da perseguire. «Il pilates - chiude la creatrice del metodo Body & Flow - è un metodo eccezionale per mantenere la mente forte e flessibile. Noi insegniamo ai nostri studenti le connessioni più profonde con i propri corpi. Insigniamo loro ad ascoltarli, ad amarli e rispettarli, ad accettersi per come sono. Mentre noi costruiamo ognuno la nostra strada le manifestazioni però sono differenti per ciascuno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA