Lotta ai tumori, arriva a Napoli la "carovana della prevenzione"

Lotta ai tumori, arriva a Napoli la "carovana della prevenzione"
Lotta ai tumori, arriva a Napoli la "carovana della prevenzione"
4 Minuti di Lettura
Sabato 22 Ottobre 2022, 12:38

Si è svolta oggi a Napoli, al distaccamento universitario di San Giovanni a Teduccio, la seconda tappa della “Carovana della Prevenzione” di Komen Italia, promossa anche quest’anno da Autostrade per l’Italia e supportata nell’organizzazione dal Comune di Napoli in qualità di ente patrocinante.

Il Programma Nazionale Itinerante di tutela della Salute Femminile, avviato nel 2017 da Komen Italia, in collaborazione con Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, quest’anno approda in 3 città italiane, grazie al sostegno di Aspi, da anni impegnata nella lotta ai tumori del seno. Dopo la tappa di Roma, la “Carovana della Prevenzione” prosegue a Napoli, prima di terminare il tour a Genova, il prossimo novembre.

Gian Luca Orefice, Direttore Human Capital Organization and HSE di Autostrade per l’Italia, commenta così l’iniziativa: «Il gruppo Aspi ha una vocazione sistemica e territoriale, pertanto non può sottrarsi alla responsabilità di fare rete e dare risposte, anche sociali, alle comunità che attraversa. L’Organizzazione Mondiale della Sanità sottolinea già da tempo quanto sia cruciale garantire un accesso paritario alle possibilità per donne e uomini, possibilità intese nella loro declinazione di prevenzione e cura del sé. Con questo e altri progetti “viviamo” i territori che attraversiamo e la prevenzione medica, così come le iniziative di welfare diffuso, sono modi con i quali esprimere la nostra vicinanza alle comunità e alle persone con le quali condividiamo, ogni giorno, la nostra presenza».

La Carovana della Prevenzione e le sue iniziative

In vista di questa giornata sono state oltre 50 le richieste di prestazione, tra cui 38 mammografie per donne over40 e 12 ecografie per donne under40. Dal 2017 a oggi la “Carovana della Prevenzione” ha offerto gratuitamente 50.000 prestazioni mediche in 17 regioni italiane, con 579 giornate di prevenzione rivolte prevalentemente a territori e comunità in difficoltà. Grazie alle 4 Unità Mobili allestite con dotazioni tecnologiche di ultima generazione (2 per facilitare la diagnosi precoce dei tumori del seno, 1 per i tumori ginecologici e le altre patologie oncologiche prevalenti nelle donne e 1 di prevenzione primaria, per offrire consulenze specialistiche e percorsi personalizzati utili all’adozione di stili di vita più corretti), la “Carovana della Prevenzione” è in grado di offrire esami clinico-strumentali utili alla diagnosi precoce del tumore al seno e di altri tumori prevalenti nelle donne. 

«Anche quest’anno - afferma Alessia Ruzzeddu, Responsabile Welfare Diversity & Inclusion Management - torniamo nella città di Napoli con un’iniziativa di prevenzione oncologica per contrastare una delle neoplasie più diffuse nell’universo femminile. Vogliamo offrire pari possibilità di accesso alla cura del sé, alle donne di un territorio, quello napoletano, con il quale abbiamo uno stretto rapporto di mutualità. Siamo consapevoli dell’importanza di “fare rete».

Con oltre 56.000 nuovi casi l’anno solo in Italia, i tumori del seno rappresentano infatti le neoplasie più frequenti per le donne: 1 donna su 9 sviluppa un tumore del seno nel corso della propria vita; l’incidenza è in continuo aumento e, sebbene si tratti di tumori altamente curabili, in particolare quando identificati in fase iniziale, più di 1.000 donne ogni mese nel nostro Paese perdono la vita per questa malattia.

Autostrade per l’Italia sostiene da anni la lotta ai tumori del seno e di tutte le principali neoplasie femminili, garantendo oltre 250 screening gratuiti alle donne, coinvolte da queste campagne di prevenzione offerte nelle varie sedi aziendali: un’iniziativa importante per contrastare una delle neoplasie più diffuse e ancora oggi principale causa di morte femminile. Le opportunità di prevenzione sono proposte prioritariamente a donne che vivono condizioni di disagio sociale o economico o che appartengono a categorie di rischio, aumentato per i tumori del seno.

Hanno partecipato all’evento anche l’Amministratore delegato di Tangenziale di Napoli, Luigi Massa, l’Assessore alla Sanità Vincenzo Santagata, il Presidente della 6°Municipalità di Napoli, Alessandro Fucito, che ha concesso il patrocinio morale all’iniziativa e Andrea Prota, Professore di Tecnica delle Costruzioni alla guida del Dipartimento di Strutture per l'Ingegneria e l'Architettura dell’Università Federico II.

© RIPRODUZIONE RISERVATA