Green Pass, si comincia da lunedì: le regole. Zona gialla, regioni a rischio? Il nodo sono i colori

Mercoledì 21 Luglio 2021 di Marco Conti
Green Pass, si comincia lunedì: le regole. Zona gialla, regioni a rischio? Il nodo sono i colori

 

Dalla bianca alla rossa, passando per la zona gialla e l’arancione. Quattro sinora i colori per classificare le zone di rischio. Ora che si ridiscutono i criteri per entrare ed uscire dalla singola zona c’è chi propone di ridurre a tre gli scaglioni. Se ne è discusso ieri nelle riunioni tra Regioni e governo, per mettere a punto il nuovo decreto, e se ne parlerà di nuovo oggi negli incontri che serviranno per definire i nuovi criteri che faranno scattare le zone e le relative restrizioni.

 

I presidenti di Regione ritengono troppo bassa la soglia al 5% delle occupazione delle terapie intensive e 10% dei posti di area medica per far scattare la zona gialla. Chiedono di portare la percentuale al 15% lasciandola, per la zona rossa, al 30% di occupazione delle terapie intensive e al 40% nei reparti ordinari.

Covid, a Roma un contagio su sette: «È l’effetto degli Europei»

Zona gialla, i colori e le fasce

In questo modo delle due fasce intermedie, la gialla e l’arancione, ne resterebbe solo una al 20%. Il dibattito è però ancora in corso, al punto che il consiglio dei ministri è stato spostato a domani. Tutti d’accordo nel superare l’indice Rt. Si punta a dare esclusivamente peso alle ospedalizzazioni, con i presidenti di Regione che intendono tenere alta la percentuale fissare a 150 tamponi ogni 100 mila abitanti il numero minimo di test da fare ogni giorno. 

«Doppio vaccino o niente lavoro». Confindustria spinge sul governo

Da definire anche l’uso del Green pass. Il lasciapassare, secondo i presidenti dei Regione, deve essere introdotto solo per le attività ancora chiuse, come le discoteche, o nelle aree non più bianche. Dalla trattativa si comprende il timore dei presidenti di Regione di perdere, magari già in estate, la zona bianca e si cerca di spingere in alto l’asticella confidando nella campagna di vaccinazione.

Video

«Green Pass obbligatorio per entrare nella mia enoteca». Proprietaria minacciata sui social: «Non cambio idea»

Intenzione del governo è di procedere per gradi,  modificando i criteri delle fasce e ampliare nel tempo le attività per le quali è necessario il Pass. Si comincerà da lunedì con le nuove regole, anche se per scuola e stadi occorrerà attendere ancora.

Green pass, sì delle Regioni: «Meglio delle chiusure». Ma è battaglia sui colori 

Si comincia lunedì, data dalla quale scatterà il nuovo sistema di colori e il Green Pass che servirà per molte attività al chiuso. È molto probabile che si cominci dai viaggi in aereo, nave, treni e si proseguirà aumentando via via gli obblighi per molte attività. 

Da Settembre si arriverà a richiedere la vaccinazione completa anche per circolare su treni regionali e bus.

L’obbligo del lasciapassare scatterà da lunedì a meno che non si decida di dare altro tempo ai vaccinandi facendo slittare il tutto di una settimana. Il via libera delle Regioni, al netto delle trattative ancora in corso, era scontato. Anche perché senza il nuovo decreto scatterebbero le zone gialle da lunedì con i vecchi parametri.

Ultimo aggiornamento: 22 Luglio, 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA