Pesaro, il patto degli eventi tra il Comune e l’Apa si rafforza per 3 anni

Il patto degli eventi tra il Comune e l Apa si rafforza per 3 anni
Il patto degli eventi tra il Comune e l’Apa si rafforza per 3 anni
di Letizia Francesconi
4 Minuti di Lettura
Domenica 4 Giugno 2023, 03:35 - Ultimo aggiornamento: 15:11

PESARO Al via il progetto di accoglienza turistica firmato Apa hotels e Comune. Un accordo triennale per la programmazione estiva con serate di animazione e musica, accoglienza e promozione verso i mercati italiani e stranieri, che strizzano l’occhio a Pesaro. La stagione che entra nel vivo fa da traino all’anno da Capitale italiana della Cultura 2024, e la programmazione si divide fra piazzale della Libertà e piazza D’Annunzio. Ma attenzione avvertono le attività economiche intorno alla Sfera Grande di Pomodoro.

«Ci aspettiamo di essere ascoltati – rimarca Ivan, co-titolare di El Cid, ai lati del piazzale Libertà – per questo si chiede che il palco che ospiterà orchestre e concerti, voluto da Apa e Comune, non copra la visibilità delle nostre attività, come invece è accaduto nella passata stagione».


Le risorse


Per l’anno 2023 ci sono 110 mila euro complessivi dedicati alla promozione e all’accoglienza di turisti e pesaresi.

Di questi 85 mila euro sono fondi messi in campo dall’assessorato a Cultura-Turismo e 25 mila euro sono proventi del bilancio dell’Associazione Pesarese Albergatori. Saranno suddivisi in due tranche.L’accordo tiene insieme accoglienza, ospitalità, promozione e la gestione della nuova area Welcome Pesaro nella nuova piazza D’Annunzio a partire dalla prima decade di luglio, dal lunedì al venerdì. Incrociando le dita, perché valorizzazione e restyling siano completati, la programmazione sarà spalmata dal 5 luglio al 25 agosto. Le iniziative serali più importanti saranno concentrate nelle sere del mercoledì e del venerdì con intrattenimento per famiglie, cinema d’animazione, e percorsi ludico-ricreativi. Insieme a Paolo Costantini presidente Apa anche Fabio Bargnesi amministratore di Voice Italia agenzia pubblicitaria, sta mettendo in fila una serie di nomi fra i personaggi più acclamati da bambini e adolescenti per un’inaugurazione degna della nuova “Arena spettacolo” di piazzale D’Annunzio che sia a misura di famiglie. 


La gestione


All’Associazione Albergatori nell’anno che fa da apripista a Pesaro Capitale, va la gestione in prima persona del servizio di ospitality. Per eventi del calibro di Ulisse Fest, CaterRaduno o la Mostra del Nuovo Cinema solo per citarne alcuni, Apa sarà capofila per intercettare, accogliere e trovare un posto per alloggiare in hotel ad artisti, professionisti nella comunicazione e media o altre personalità in genere che visiteranno la città, e saranno protagonisti nell’organizzazione degli eventi. Questa stagione segnerà anche un cambio di passo sulla mobilità sostenibile. Sarà infatti una ditta esterna, che si occupa di mobilità e trasporti turistici, a potenziare il collegamento da Pesaro con Gradara a Gabicce, aggiungendo fermate e visite lungo tutto il parco San Bartolo. 


La mobilità


Si amplia e si rafforza il servizio di collegamento sostenibile con i centri abitati e borghi del San Bartolo, ma dal primo luglio. Ad annunciarlo il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini. Si sta definendo l’accordo fra i Comuni di Pesaro, Gabicce, Gradara e l’associazione Riviera del San Bartolo. Sarà affidato probabilmente ad una società esterna rispetto alla partecipata Adriabus-Ami il potenziamento di questo particolare servizio aperto a turisti e pesaresi. «Sarà comunque confermato il tracciato della stagione 2023 – spiega Vimini – e sulla base delle istanze che arriveranno dagli albergatori, andremo ad aggiungere altri punti di sosta, da concordare con i Comuni, la ditta esterna e il dirigente del nostro servizio. Resta anche confermato, rispetto a quanto qualcuno ha ipotizzato in un primo momento, lo snodo in prossimità dell’area archeologica di Colombarone e attendiamo a giorni la proposta della società gestore. Certamente va migliorato ciò che fino allo scorso anno non ha funzionato esattamente come ci si aspettava e con l’indicazione di ampliare corse e tratte che coprono non solo il borgo fra i più belli d’Italia di Fiorenzuola, ma tutta la Panoramica da Pesaro a Gabicce».


La comunicazione


«Si lavora - prosegue Vimini - per far funzionare e comunicare di più e meglio l’area antistante gli scavi archeologici, attrezzandola per farne un parcheggio scambiatore. Almeno per ora nessuna nuova area di sosta regolamentata ed estiva sarà prevista nel centro abitato di Fiorenzuola, soprattutto se concepita con un’utilità solo temporanea. Meno auto che parcheggiano nel borgo ma al tempo stesso ci saranno più opportunità e servizi di collegamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA