Pesaro, rapine per giocare alle slot:
19 anni di carcere ai membri della banda

Pesaro, rapine per giocare alle slot: 19 anni di carcere ai membri della banda
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 5 Dicembre 2018, 04:35

PESARO - Diciannove anni complessivi per la banda delle rapine. Ieri la lettura del dispositivo della sentenza per i quattro imputati per una serie di furti e rapine in provincia. Colpi concentrati in poche settimane e che hanno destato allarme sociale in provincia. Il giudice Messina ha condannato con rito abbreviato Giuseppe Andretta, 40 anni, considerato il capobanda per cui erano stati chiesti 6 anni e 6 mesi (difeso da Marco Defendini) a 6 anni, Delkic Din, 22 anni (chiesti 4 anni e 10 mesi, difeso da Marianna Galtieri) a 4 anni, Gaetano Laurano, 22 anni (chiesti 7 anni e 6 mesi, difeso da Roberto Brunelli) a 7 anni, e Luca Solimeno, 25 anni (chiesti 3 anni, difeso da Umberto Levi) a 3 anni. Il caso risale alla fine di novembre dello scorso anno quando la banda seminava il panico a suon di rapine, soprattutto in sale scommesse. Bottini che venivano spesso “reinvestiti” in sale slot e al gioco d’azzardo, per chiudere un circolo vizioso. Dopo aver messo a segno il colpo alla sala slot «Gamenet» di via Flaminia a Fano, con tanto di pistola in pugno in faccia alla cassiera e volti travisati da sacchetti di plastica, i quattro rapinatori si erano dati alla fuga ed erano appena arrivati all’altezza di Morciola, quando si sono trovati davanti una pattuglia della squadra mobile della Polizia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA