Mondolfo, dagli scavi del cantiere
emerge una Necropoli romana

Mercoledì 7 Dicembre 2016
MONDOLFO – Straordinario ritrovamento archeologico a Mondolfo, durante i lavori portati avanti da Aset.
Rinvenuta una necropoli risalente al V secolo d.C. nei pressi dell'Abbazia di San Gervasio di Bulgaria. È la prima volta che si trovano tombe ad una distanza rilevante dall'antico luogo di culto a testimoniare che l'area cimiteriale era estesa verso est lungo l'attuale strada provinciale Pergolese. Il ritrovamento di tombe cristiane è avvenuto durante i lavori dell'Aset, controllati da incaricati della Soprintendenza delle Marche, e conferma l'ipotesi che il sito di San Gervasio sia stato nel tempo un centro anticipatore della civiltà cristiana della Valcesano. Non si escludono ulteriori ritrovamenti di tombe.

Il Comune di Mondolfo ha avviato una collaborazione con la Soprintendenza. Il sindaco Nicola Barbieri parla di un «ritrovamento unico di un inestimabile valore storico e culturale. Si tratta di un segno che può rappresentare l'inizio di un nuovo percorso archeologico, di un patrimonio inaspettato in grado di ridefinire anche l'aspetto turistico dell'intera Vallata del Cesano» © RIPRODUZIONE RISERVATA