Big Luciano, brilla la stella sulla Walk of Fame: Pesaro protagonista a Hollywood

Big Luciano, brilla la stella sulla Walk of Fame: Pesaro protagonista a Hollywood
Big Luciano, brilla la stella sulla Walk of Fame: Pesaro protagonista a Hollywood
di Elisabetta Marsigli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Agosto 2022, 03:25 - Ultimo aggiornamento: 26 Agosto, 08:28

PESARO - La stella numero 2730 dedicata a Pavarotti sulla Walk of Fame di Hollywood, a Los Angeles. La città della felicità, come Pesaro è stata chiamata dalla figlia di Big Luciano, ieri sera ha assistito alla cerimonia in diretta con curiosità, dal palco allestito in piazzale della Libertà, vista Palla.

Il leggendario tenore è stato anche per l’America un personaggio importante, soprattutto per l’evento Pavarotti & friends. Genoma film e Gianluigi Toccafondo gli hanno dedicato la sigla animata. Cristina Pavarotti ha ringraziato per la valorizzazione del padre. «Provo ancora oggi un senso di vertigine quando sento tutto ciò che ha fatto mio padre. Ricordo quando in camerino rimaneva a firmare autografi fino a tarda sera. Sapeva far crescere entusiasmo anche nei pubblici più freddi. Sono stata da sempre anche una fan di mio padre, concedetemi di ringraziarlo per le tante volte che mi ha portato in alto con le sfumature del suo canto».Pesaro Capitale italiana della Cultura 2024, inizia così il suo percorso dalla Walk of fame di Los Angeles e tanta è stata l’emozione per l’inaugurazione della stella dedicata a Luciano Pavarotti. Sul palco pesarese Alberico Miniucchi, Giorgio Ciani della Genoma Films coordinati da Anna Rita Ioni e Adamo Lorenzetti del Rof per la traduzione del collegamento. Testimonianza via video di Alex Del Piero che ha ribadito che «si vince con il cuore» e si è detto felice di essere protagonista attraverso il suo ristorante a New York.

Il messaggio

Messaggio del vicesindaco Daniele Vimini: «Un’emozione creare quanto ponte tra Pesaro, Modena e Los Angeles, per una star amata nei 5 continenti, qualsiasi appassionato che verrà a Pesaro nel 2024 troverà testimonianza della sua presenza». «Come sua seconda città, abbiamo nel cuore la musica e il suo ricordo», aveva già sottolineato il sindaco Matteo Ricci nella mattinata precedente, all’Italian Cultural Institute (Icc) di Los Angeles, sottolineando anche come lo stesso dossier “La natura della cultura” scritto per la candidatura 2024 «sembra scritto proprio nella casa pesarese di Luciano. Il luogo dove Pavarotti aveva scelto di vivere era una casa racchiusa da un parco, posta davanti al mare, affacciata su una baia splendida. Proprio da quel luogo di natura, il Maestro produceva tanta cultura: da lì il suo canto ha preso il volo, da lì ancora nasce tanta cultura». 
Il collegamento di ieri sera era in diretta: alle 20,30 (11,30 di Los Angeles) è iniziata la cerimonia, ripercorrendo aneddoti, storie, concerti e legami tra il Maestro, Pesaro e il Rof. A chiudere l’appuntamento è stato il concerto “dell’astro nascente” Raffi, sul palco della “Palla” con la sua XXEnergy, un’altra piccola grande stella pesarese, a sostegno di una Città della Musica che non è solo opera, ma anche pop e rock.

© RIPRODUZIONE RISERVATA