Cacciatore di Fermignano rischia la vita: caricato da un cinghiale, lo uccide in extremis ma l'animale di 145 kg gli cade addosso

Cacciatore di Fermignano rischia la vita: caricato da cinghiale di 145 chili, l'uccide in extremis con 4 fucilate
Cacciatore di Fermignano rischia la vita: caricato da cinghiale di 145 chili, l'uccide in extremis con 4 fucilate
di Eugenio Gulini
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Dicembre 2022, 04:50 - Ultimo aggiornamento: 19:17

FERMIGNANO - Ha rischiato la vita e ha avuto molta paura, anche se dice di essere stato freddo e lucido in quei momenti drammatici, quanto basta per esplodere 4 colpi con la carabina contro il grosso cinghiale che lo stava caricando.

Michele, artigiano 49enne di Fermignano molto conosciuto, se l’è vista davvero brutta nell’ultima battuta al cinghiale a cui ha preso parte. E vista la disavventura occorsagli, ora continua a ringraziare tutti i santi.

La posta a Zaccagna

Con la sua squadra dei cinghialai, intorno a mezzogiorno di qualche giorno fa, faceva la posta ai cinghiali in località Zaccagna, lungo gli argini del fiume Metauro, mentre i cani e i battitori erano in avanscoperta per tirare fuori dalla macchia gli ungulati.

All’improvviso, un cinghiale di 145 chili è uscito dagli arbusti e ha caricato il cacciatore, che è riuscito a sparare contro l’animale prima che lo colpisse. Sulla spinta della sua corsa, il cinghiale morente gli è finito addosso con tutto il suo peso. Michele si è messo a urlare per attirare l’attenzione dei compagni di squadra anche perché, in quella situazione drammatica, visto che non riusciva ad alzarsi con il cinghiale che lo schiacciava, non capiva se l’animale l’avesse azzannato negli arti inferiori.

In effetti non c’è stagione che le battute di caccia a questi animali selvatici non segnalino incidenti più o meno gravi, se non tragici.

Il cacciatore stava per svenire

Gli amici hanno raggiunto Michele quando il 49enne stava perdendo i sensi e hanno subito sollevato il grande animale per constatare se il loro compagno di caccia avesse riportato ferite. Per sua fortuna di sangue fresco sopra i vestiti c’era solo quello del cinghiale. Gli indumenti erano strappati ma l’uomo non aveva riportato alcun danno fisico, solo uno stato di profondo sgomento.

Tutta la sequenza dell’attacco dell’animale, con la risposta del cacciatore appostato, è stata ripresa da una telecamera che l’artigiano aveva in fronte. Quel video è stato postato sui social ed è diventato virale.

«Sì, ho avuto paura»

«Mi ricorderò per diverso tempo di questa battuta di caccia e soprattutto della rabbia del cinghiale - racconta ora il 49enne a pericolo scampato - . Io non ho perso il controllo quando all’improvviso l’ho visto venire contro di me. L’ho colpito con freddezza ed in successione ma evidentemente la forza d’inerzia l’ha portato a stendersi e a morire sopra il mio corpo con la testa che cercava di rialzarsi. Paura? Certo che ne ho avuta e forse ho anche sproloquiato ma questo rientra nell’irrazionalità del momento. Comunque la posso raccontare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA