Il primo spinello a 13 anni a 15 scatta la dipendenza

Sabato 13 Luglio 2019
LA TENDENZA
PESARO Droga, alcol e gioco: il fenomeno delle dipendenze è costantemente monitorato. Sul fronte delle sostanze stupefacenti negli ultimi tempi crescono le dipendenze da eroina. La fascia d'età più rappresentata è quella di mezzo, dai 40 ai 49 anni. Ma gli accessi al Dipartimento Dipendenze Patologiche dell'Asur Area Vasta 1 coinvolgono anche minorenni con una preoccupante discesa della fascia d'età.
Lo studio
Le prime canne a 13-14 anni, ma ci sono giovanissimi che già a 15 anni dipendono dalla cannabis e sono costretti a chiedere aiuto alle strutture pubbliche. E la trasgressione da svago si trasforma in assuefazione seria. Il gioco d'azzardo? Quello con l'aumento percentuale più importante. Nel 2018 il Servizio Territoriale ha preso in carico 1.902 utenti, 1.594 sono i soggetti con problemi di dipendenza e 308 sono soggetti considerati a rischio. Le classi di età più rappresentate, risultano essere: 40-49 anni con 516 utenti (482 dipendenti e 34 a rischio), 30-39 anni con 507 utenti (441 dipendenti e 66 a rischio) e 50-59 anni con 312 utenti (288 dipendenti e 24 a rischio). Sono 17 i minorenni in cura per alcol e droghe, 41 nella fascia 18-20 anni. Quindi anche i giovanissimi non sono immuni dalle dipendenze. 516 utenti (482 dipendenti e 34 a rischio), 30-39 anni con 507 utenti (441 dipendenti e 66 a rischio) e 50-59 anni con 312 utenti (288 dipendenti e 24 a rischio).
L'andamento
«L'eroina, con 694 utenti è la sostanza che provoca il maggior numero di accessi ai servizi di recupero spiega Marco Pompili, dirigente dipartimento prevenzione Asur - dal 2014 al 2018 si è registrato un incremento di +10,33%. Quanto all'alcool 425 utenti e dal 2014 al 2018 c'è stato un incremento di +21,08%. Cala comunque la dipendenza da cannabinoidi: sono 161 gli utenti in cura e si è registrata una flessione di -26,48%. Altra droga, la cocaina: 193 gli utenti in cura e dal 2014 al 2018 si è registrato un incremento di +0,52%. Ma c'è anche un'altra piaga continua Pompili quella relativa al gioco d'azzardo Patologico, nel 2018, risultano 100 utenti e nel 2014 erano 41, un incremento del +143,90%».
Basti dire che nelle aree tra Fano e i Comuni interni sono stati spesi nel 2018 39,1 milioni di euro in grattini, lotto e slot. Erano 17,7 milioni due anni prima. Una crescita esponenziale. «Analizzando le principali sostanze di abuso, negli accessi ai servizi territoriali, stratificate per classi di età, si riescono a comprendere le peculiarità dei singoli fenomeni di dipendenza sintetizza Pompili - L'eroina fa registrare un andamento crescente dai 19 anni fino a raggiungere l'apice nella classe di età sopra i 39 anni».
Trasversalità
Prosegue: «E' una sostanza trasversale alle classi di età semi-adulte e adulte. L'alcool fa registrare un andamento crescente dai 29 anni. La cannabis è una droga che attecchisce già dai 15 anni fino a raggiungere l'apice nella classe di età 20-24 anni per poi decrescere progressivamente, è una sostanza trasversale alle classi di età giovanili. La cocaina fa registrare un andamento lievemente crescente dai 20 anni fino a raggiungere l'apice nella classe di età superiori a 39 anni, è una sostanza trasversale a tutte le classi di età».
Lo sballo si raggiunge anche con un mix di alcolici. Infatti emerge un costante e progressivo incremento, si è passati dal 9,90% nel 2008 al 12,83% nel 2018 di quanti hanno fatto binge drinking una volta negli ultimi 30 giorni. La variabile due o più volte negli ultimi 30 giorni presenta una crescita meno significativa (8,91% nel 2008 9,41% nel 2018). Mix usato anche dalle donne. L'analisi indica un costante e progressivo incremento, si è passati dal 6,33% nel 2008 all'8% nel 2018.
La diffusione
Gli arresti di questi ultimi mesi, con quantitativi importanti di eroina, cocaina e marijuana testimoniano quanto siano utilizzate nel territorio. Un tema caro anche all'opposizione in consiglio comunale con il dibattito sviluppato in questi giorni attorno alla richiesta di test antidroga da parte della consigliera comunale dell'opposizione Giulia Marchionni (Prima c'è Pesaro-Fdi). Il dibattito e le polemiche non mancano.
Luigi Benelli
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA