Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucraina, Macron e Erdogan chiamano Putin: «Cessate il fuoco in Ucraina necessario». Dopo Bennett, continuano le mediazioni di pace

Il presidente francese si trattenuto due ore al telefono con l'omologo russo, per cercare una via di fuga alla guerra

Ucraina, Macron e Erdogan chiamano Putin: «Cessate il fuoco in Ucraina necessario». Dopo Bennett, continuano le mediazioni di pace
Ucraina, Macron e Erdogan chiamano Putin: «Cessate il fuoco in Ucraina necessario». Dopo Bennett, continuano le mediazioni di pace
3 Minuti di Lettura
Domenica 6 Marzo 2022, 16:25

Il mondo chiede a Putin e alla Russia il «cessate il fuoco» in Ucraina. Lo fa con le sanzioni, ma non solo. I leader dei governi più importanti sono in contatto continuo con il presidente del Cremlino e cercano di mediare al fine di fermare le ostilità. Dall'altra parte però, per il momento, lo zar non vuole stare a sentire.

E continua a ribadire che la Russia si fermerà solo «quando avrà raggiunto i suoi obiettivi», che sono la smilitarizzazione e la «de-nazificazione» dell'Ucraina. Il più impegnato nelle trattative diplomatiche è il presidente francese Emmanuel Macron, che anche oggi si è intrattenuto per quasi due ore al telefono con Vladimir Putin, per cercare una via di fuga alla guerra.  

Ucraina diretta, a Mariupol interrotta l'evacuazione dei civili. Erdogan a Putin: «Subito cessate il fuco», telefonata tra Macron e Putin. Cnn: bombardamenti a nord di Kiev

Erdogan chiama Putin

Naftali Bennett, il premier israeliano che era partito a sorpresa per Mosca cercando la mediazione nelle ostilità, è rientrato oggi dalla sua missione in Russia dove ha parlato per tre ore con Vladimir Putin, recandosi poi a Berlino dove ha avuto un colloquio con Olaf Scholz. A chiedere lo stop all'invasione anche il presidente turco Erdogan, parlando con Vladimir Putin. La Turchia, ha fatto sapere il presidente di Istanbul, è pronta a contribuire con «mezzi pacifici» e ha rinnovato l'appello a «spianare la strada per la pace insieme».

© RIPRODUZIONE RISERVATA