«Grazie di cuore». Il vincitore degli oltre 156 milioni al SuperEnalotto telefona al tabaccaio. Ecco un indizio sull'identità e cosa ha detto

Domenica 23 Maggio 2021
Gian Mario Mennecozzi

MONTAPPONE - Fortunato ma anche generoso il vincitore degli oltre 156 milioni al SuperEnalotto. Almeno a parole, per il momento. La riconoscenza e l'impegno a ricordarsi del tabaccaio - dove ha giocato 2 euro mettendo in fila la sestina 7-37- 43-63-1-81 per vincere una fortuna - l'ha manifestata al telefono. Così racconta Gian Mario Mennecozzi, della rivendita di via Roma a Montappone.

LEGGI ANCHE

Montappone sbanca il SuperEnalotto, vinti oltre 156 milioni con 2 euro. Da paese del cappello a capitale della fortuna e dà la caccia al Paperone

LEGGI ANCHE

A Montappone la quarta vincita di sempre al SuperEnalotto. Ecco la top 20 e i mesi più fortunati

 «Questa mattina ho ricevuto una telefonata da parte di un uomo che mi ha ringraziato per la vincita, dicendomi che si ricorderà di me» dice alla riapertura oggi 23 maggio 2021 dopo la serata di festa a sorpresa.  «Non sono riuscito a riconoscere la voce del vincitore - precisa ad allontanare qualsiasi dubbio sulla possibile identità del cliente della tabaccheria lungo la strada provinciale che attraversa il piccolo paese del Fermano celebre per essere la patria del cappello - forse la voce era camuffata in qualche modo per non farsi riconoscere. Mi auguro soltanto che sia uno del paese e che possa contribuire a fare del bene alla comunità». Se avesse avuto bisogno di alterare la voce può significare che il vincitore dei milioni del SuperEnalotto non è poi così lontano dai frequentatori abituali della tabaccheria. 

«Con il SuperEnalotto è quasi impossibile risalire al vincitore - prosegue Giammario - in quanto noi non possiamo nemmeno risalire all’ora in cui è stata giocata la schedina. Se fosse stato il Lotto sarebbe stato più facile. Dovrebbe venire allo scoperto lui stesso, ma ciò che mi auguro è che sia qualcuno del posto: ne benficierebbe questo paese, anche solo per far stare meglio qualcuno».

Mennecozzi ci tiene a dedicare qualche parola al fortunato vincitore: «Se lo merita perché vince solo chi gioca, anche se non si può parlare di giocatore incallito, avendo giocato solamente 2 euro. Ha tentato la fortuna evidentemente ed è andata bene. Spero possa accadere a molti per togliere un pizzico di crisi, sembra rimasta l’unica speranza per fare un vero salto di qualità».

 Montappone, più o meno 1700 residenti, è al centro dell'attenzione. Nel giro di una estrazione è passata da distretto del copricapo di nicchia - che lotta con la qualità e la manifattura artigianale contro la produzione industriale dei falsi Panama - a capitale della fortuna, con una vincita che supera i 156 milioni ed è la quarta di sempre al SuperEnalotto. 

Ultimo aggiornamento: 24 Maggio, 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA