Segreteria dem Marche, sfida tra l’ex operaia e l’accademica: faccia a faccia tra Bellomaria e Bomprezzi

Il 26 febbraio le primarie. Due giovani donne per il nuovo corso del partito

Segreteria dem Marche, sfida tra l ex operaia e l accademica: faccia a faccia tra Bellomaria e Bomprezzi
Segreteria dem Marche, sfida tra l’ex operaia e l’accademica: faccia a faccia tra Bellomaria e Bomprezzi
di Martina Marinangeli
2 Minuti di Lettura
Domenica 19 Febbraio 2023, 03:55
ANCONA Ad una settimana esatta dal congresso regionale del Pd, le due candidate alla segreteria Michela Bellomaria e Chantal Bomprezzi si confronteranno nel primo vero faccia a faccia oggi a Camerano. Le duellanti per lo scranno di Piazza Stamira si presentano come il nuovo corso del partito marchigiano, commissariato dal novembre 2021 e nel limbo dalla batosta elettorale che nel 2020 ha consegnato la Regione al centrodestra.  


Gli schieramenti


Nuovi volti, sì, ma intorno a loro si sono ricreate - quasi tali e quali - le stesse correnti che avevano sostenuto i competitor nel primo tentativo di congresso nel 2021, poi naufragato nel commissariamento. Il gruppo schierato allora con il consigliere regionale Antonio Mastrovincenzo, oggi si è riposizionato su Bomprezzi; quello di appoggio al deputato Augusto Curti, adesso sta con Bellomaria. Ma chi sono le due quote rosa che si sfideranno per la leadership del Pd marchigiano? Andiamo in rigoroso ordine alfabetico. Bellomaria, 41 anni, è sposata e ha un figlio di 7 anni. Vive a Cerreto d’Esi, cittadina di cui è vicesindaca dal 2020 con deleghe a Servizi sociali, Protezione civile, Ambiente e Ricostruzione post sisma. 


Chi sono


È stata operaia di linea alla Elica di Fabriano e, dopo il licenziamento, ha ripreso il percorso di studi e ha ottenuto la qualifica di Oss con la quale ha iniziato a lavorare nel mondo dell’assistenza sociale per poi essere assunta dall’Ast 2. Come capitato ad altri precari della sanità, non le è stato rinnovato il contratto ed è tornata ad impegnarsi nel mondo dell’assistenza alle persone. Alle primarie del 26 febbraio dovrà vedersela con Bomprezzi, 32 anni, consigliera di opposizione e vice capogruppo dem nel Comune di Senigallia al suo secondo mandato, dopo aver ricoperto il ruolo di assessora all’Agenda digitale, all’Innovazione tecnologica ed alla Trasparenza nella giunta Mangialardi. La sua attività politica inizia nel 2010, anno in cui ha preso la tessera del Pd. Nella vita si occupa di diritto e tecnologia, sia in ambito accademico al dipartimento di Scienze giuridiche all’Università di Bologna, che come consulente legale dello studio Gspb di Roma. Giovani e donne: basta già questo per poter parlare di nuovo corso nel Pd delle Marche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA