Fabrizio Gatta, da conduttore Rai a prete: «Avevo successo, belle auto e belle donne. Ma mancava qualcosa»

Martedì 15 Giugno 2021
Fabrizio Gatta, da presentatore a prete: «Avevo successo, belle auto, belle donne ma mancava qualcosa»

Fabrizio Gatta, giornalista di Rai1 e conduttore, dopo quasi vent'anni di carriera in tv, ha deciso di diventare prete. Gatta ha condotto in passato programmi come Linea Blu, Linea Verde e Unomattina Weekend e poi, 7 anni fa, la decisione di cambiare vita. 

 

A dare la notizia è Dagospia: «Da qualche anno il giornalista ha salutato il piccolo schermo per dedicarsi al prossimo, si è laureato in Teologia ed è diventato sacerdote. Don Fabrizio Gatta ‘esercita’ nella città di Sanremo». Gatta si è laureato nel 2019 in Teologia alla Pontificia Università Gregoriana. Un percorso che il 3 ottobre del 2020 lo ha portato ad operare presso la parrocchia di San Siro a Sanremo, un cammino che culminerà nel sacerdozio il prossimo 7 dicembre: proprio nella città ligure Gatta diventerà ufficialmente prete.

 

 

 

Nel 2013, aveva raccontato alla rivista Credere: «Avevo successo, belle auto, belle donne, non mi mancava nulla. Vivevo un po’ quel senso di onnipotenza che ti dà la notorietà. Ma qualcosa mancava». L’anno successivo aveva raccontato del suo cambio vita al quotidiano L’Avvenire: «Indubbiamente, una vocazione adulta va soppesata perché si tratta di formare una persona che la vita ha, di fatto, già plasmato. Per questo, quando mi sono recato dal cardinale Agostino Vallini dissi: "Eminenza, io vorrei fare questo cammino. Ho 50 anni, so che è una difficoltà!". Ma lui mi rispose: "Caro Fabrizio, chi sono io per dire no allo Spirito Santo che ti manda qui, oggi, da me!’».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA