Neonata morta per un'infezione
in ospedale: aperta un'inchiesta

Neonata di due mesi morta
per un'infezione in ospedale
Aperta un'inchiesta
Una bambina di meno di due mesi è morta a Roma, nel reparto di terapia intensiva neonatale del Policlinico Umberto I, per colpa di un'infezione contratta proprio in ospedale: un dramma avvenuto tre mesi fa, il 10 ottobre scorso, ma reso noto soltanto ora, dopo che i genitori hanno presentato un esposto-denuncia alla Procura della Repubblica della Capitale per omicidio colposo.



La Procura nei prossimi giorni disporrà una consulenza tecnica d'ufficio: la bambina era nata all'Umberto I il 22 agosto, prematura, con taglio cesareo quando era alla trentesima settimana di gestazione. Subito trasferita nel reparto di terapia intensiva neonatale, qualche giorno più tardi avrebbe contratto l'infezione (secondo quanto affermano i genitori nel loro esposto).

Sottoposta a terapie, senza mai essere dimessa dalla struttura ospedaliera, la neonata è morta il 10 ottobre. Ricevuto l'esposto denuncia dei genitori, la Procura della Repubblica ha avviato indagini preliminari e si appresta a disporre una consulenza tecnica per far luce su ogni aspetto della vicenda. L'autopsia, disposta dalla direzione del policlinico, ha confermato che la neonata aveva contratto un'infezione da Serratia marcescens, un batterio di frequente causa di infezioni ospedaliere, sia in adulti, sia in pazienti pediatrici. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Gennaio 2019, 18:49 - Ultimo aggiornamento: 08-01-2019 18:50

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO