Pizza bouquet per le spose:
l'idea di un ristorante fa il giro del web

Pizza bouquet per le spose:
l'idea di un ristorante
fa il giro del web
di Silvia Natella
È una questione di "buon gusto" in tutti i sensi la nuova tendenza per giovani spose che nel tradizionale bouquet vuole tranci di pizza al posto dei fiori. Su Instagram è possibile ammirare le foto dell'accessorio da matrimonio nato dall'inventiva di un ristorante newyorkese che propone nel menù piatti e prelibatezze "made in Italy". Alcune immagini sui social mostrano anche le coppie mentre lo addentano. C'è qualcuno, tuttavia, che trova l'idea di "cattivo gusto".



 Il trend, infatti, potrebbe far storcere il naso alle ragazze che hanno sempre sognato ogni dettaglio delle loro nozze all'insegna dell'eleganza e guastare il palato ai buongustai e amanti della pizza. Chi può avere il coraggio di mangiare un solo boccone? Qualunque sia la materia prima, il bouquet ha sempre simboleggiato prosperità e abbondanza. In epoca pre-cristiana le giovani andavano alla cerimonia con un mazzo di ramoscelli di mirto o rosmarino o aglio ed erbe aromatiche per allontanare gli spiriti maligni. E nel Medioevo le spose preferivano portare ago e filo o uno spillone per capelli per ostentare le loro capacità domestiche. 


L'antenato del bouquet come lo conosciamo noi appartiene alla cultura araba, dove il capo delle ragazze veniva adornato il capo con dei fiori d’arancio simbolo di purezza. Una tradizione esportata in Italia lungo le rotte commerciali nel Rinascimento. Dalla coroncina si è passati poi ai mazzi di fiori assemblati con semplici nastri di seta. E nelle regioni del Sud è la mamma dello sposo a portarlo. 
L'idea stravagante è stata lanciata dal ristorante mesi fa e sui social continua la gara all'originalità. E voi lo fareste? 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 14 Gennaio 2019, 11:34 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2019 11:41

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti