Laurea, Italia bocciata in Europa
Peggio di noi soltanto la Romania

Laurea, Italia bocciata in Europa: peggio solo la Romania
Laurea, Italia bocciata in Europa: peggio solo la Romania
di Lorena Loiacono
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Aprile 2018, 13:05 - Ultimo aggiornamento: 13:06

Italia bocciata, ancora una volta, in Europa: solo una persona su sei ha la laurea ed è il secondo dato peggiore dopo quello della Romania. Ancora troppe poche laurea anche tra i giovani. A rivelarlo sono i dati di Eurostat sui livelli di istruzione nel 2017: prendendo in esame la popolazione cosiddetta in età lavorativa, compresa quindi tra i 15 ai 64 anni, emerge che appena il 16,3% delle persone possiede una laurea contro la media europea del 27,7%. L'Italia, seconda in termini negativi solo alla Romania, diventa la peggiore in assoluto invece se si considerano solo gli uomini laureati: sono infatti appena il 13,7%. Numeri bassissimi, peraltro anche in aumento rispetto al 2016 quando aveva la laurea il 15,7% della popolazione in età lavorativa. La percentuale si alza tra i più giovani, dai 25 e i 34 anni, tra cui risulta laureato il 26,4%. Ma anche in questo caso l'Italia resta indietro rispetto all'Unione europea che si attesta sul 38,8%. Un discorso a parte va riservato alle donne laureate, fino ai 64 anni: pur alzando la media al 18,9% mantengono comunque il risultato peggiore in Ue, dove la percentuale è del 29,7%, sempre dopo la Romania. Eppure dal 2008 le donne laureate sono cresciute di 4,9 punti, comunque poco rispetto ai 7,8 della media europea. Se si guarda alla fascia tra i 25 e i 34 anni, dove la media di laureati italiani è del 26,4% contro il 38,8% europeo, le donne salgono al 32,9% contro il 44% delle giovani donne in Ue. Pessimo risultato per gli uomini, tra i 25 e i 34 anni, che raggiungono il 19,9% contro il 33,6% europeo. Ma non si tratta solo di un problema universitario: l'Italia ha il 41,1% di persone, tra i 15 e i 64 anni, giunte al massimo alla terza media, senza avere preso quindi un diploma, contro il 26,2% europeo. E la percentuale resta troppo alta anche tra i giovani, dai 25 ai 34 anni, con il 25,6% delle persone che non ha frequentato o concluso la scuola superiore. In Europa resta senza diploma solo il 16,4% dei giovani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA