Gilet Arancioni, migliaia di persone nelle piazze: «Vogliamo la nuova lira italica e un governo votato dal popolo»

Saturday 30 May 2020

In  Italia questa mattina ci sono varie manifestazioni dei Gilet arancioni": un nuovo movimento che chiede essenzialmente il ritorno alla "lira italica"e un governo votato dal popolo.

LEGGI ANCHE:

Limite al contante, a luglio scattano le multe per chi paga o incassa oltre i 2 mila euro

A Milano  centinaia di persone in questo momento sono radunate in piazza Duomo, senza alcun distanziamento e alcuni senza mascherine, nonostante l'allarme contagi in Lombardia. A Roma in piazza Venezia alta tensione con le forze dell'ordine da parte dei manifestanti che urlano "libertà". Anche qui molte persone assembrate in strada senza alcuna mascherina e rispetto delle distanze. Tante bandiere dell'Italia e mascherine tricolori. Un cordone di agenti e mezzi blindati dei carabinieri impedisce ai manifestanti di muoversi lungo via del Corso.

Si è riunita anche a Trento, al pari di quanto avvenuto in altre 30 città italiane, la 1/a assemblea dei Gilet arancioni, il movimento nato su iniziativa dell'ex generale dei carabinieri Antonio Pappalardo. Un centinaio di persone si sono riunite, sulle porte del Palazzo della Regione, in piazza Dante, per avviare le procedure di costituzione di quella che è stata definita come un'assemblea costituente per promuovere un cambio di passo della politica a livello nazionale.


"Partiamo dal popolo per chiedere la fine del Governo Conte, l'elezione di un nuovo Parlamento e di un nuovo capo dello Stato, e per porre fine alla dittatura sanitaria in atto. Inoltre chiediamo di promuovere l'introduzione di una moneta, chiamata nuova lira italica, poter sostenere le famiglie e le imprese italiane", ha detto il coordinatore regionale Renato Calcari.


L'assemblea, convocata attraverso "Facebook", ha votato i diversi punti proposti all'unanimità per alzata di mano. A quanto specificato da Calcari, altri appuntamenti del movimento a livello regionale verranno comunicati attraverso le pagine "social".

Le manifestazioni si svolgeranno nel modo seguente: 30 maggio 2020, ore 10,00 Palermo, piazza Parlamento
Catania, piazza Università Agrigento, piazza Stazione Centrale Ragusa, piazza delle Poste
Messina, piazza Duomo Gela, piazza Umberto I
Siracusa, piazza Emanuela Pancali
Reggio Calabria, piazza Arena dello Stretto
Catanzaro, piazzale del Palazzo della Regione
Potenza, piazza Prefettura;
Matera, piazza Vittorio Veneto Fasano, piazza Accia Campobasso, piazza del Municipio
Napoli, piazza del Plebiscito
Cagliari, piazza dello Stadio di Sant’Elia
Pescara, piazza Sacro Cuore
Roma, piazza Santissimi Apostoli
Ancona, piazza Monumento dei Caduti – Passetto
Firenze, piazza Santa Mari Novella
Bologna, piazza Maggiore
Milano, piazza Duomo
Bergamo, Piazza Matteotti, ore 14,30;
Torino, piazza Statuto Mestre
Venezia, piazza Erminio Ferreto
Genova, piazza De Ferrari
Trento, piazza Dante
Udine, piazza I maggio
Trieste, piazza Unità d’Italia
Aosta, piazza Chanoux Manifestazione 31 maggio 2020, ore 10,00
Bari, piazza della Prefettura Manifestazione 2 e 3 giugno 2020, ore 14,00
Roma, piazza del Popolo

Il Generale Antonio Pappalardo, Presidente del Movimento Gilet Arancioni, interverrà il 30 maggio alle ore 10,00 in Milano, alle ore 14,30 in Bergamo, il 31 maggio alle ore 10,00 in Bari e il 2 giugno alle ore 14,00 in Roma piazza del Popolo.

 

Ultimo aggiornamento: 12:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA