A 20 anni beve fino a perdere i sensi e stramazza a terra fuori della discoteca: la sua serata finisce in ospedale

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Talita Frezzi
A 20 anni beve fino a perdere i sensi e stramazza a terra fuori della discoteca: la sua serata finisce in ospedale

JESI - A vent’anni beve fino a perdere i sensi e la sua serata di festa finisce al pronto soccorso. Serata alcolica anche per una coppia di ragazzi che invece, proprio per i riflessi annebbiati dal troppo alcol nel sangue, non sono riusciti a evitare l’impatto con il guardrail sulla superstrada. Ma neanche se lo ricordano. E’ stata una vigilia della festa dell’Immacolata ad alta gradazione alcolica quella appena trascorsa in città e in Vallesina.

Covid, nelle Marche 195 nuovi positivi: quasi tutti in due province, ma con pochissimi tamponi. Quattro decessi/ Il trend dei contagi

 


Protagonisti degli eccessi sono sempre dei ragazzi, finiti all’ospedale per le conseguenze dei propri comportamenti. L’allarme è scattato verso le 4 dal parcheggio della discoteca “Miami” di Monsano, dove alcuni avventori hanno segnalato al numero unico di emergenza 112 la presenza di un giovane, stramazzato a terra fuori dal locale. Immediatamente sul posto sono intervenuti i sanitari della Croce verde di Jesi, che hanno soccorso il giovane: si tratta di un ventenne avventore della discoteca, svenuto per l’eccesso di alcol ingerito. E’ stato trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi con un codice giallo. Le sue condizioni non sono preoccupanti. Non è chiaro se avesse trascorso la serata in discoteca poi sia uscito per prendere aria e sia stato colto da malore o se invece avesse trascorso la serata in giro a bere e poi verso le 4 sia arrivato alla discoteca, ma non abbia fatto neanche in tempo a entrare perché accasciatosi a terra prima. Il giovane ha la mente annebbiata. 


Così come non ricordava nulla né della serata né della destinazione, né tantomeno dell’incidente, la coppia residente fuori regione che nella tarda nottata di martedì è andata a urtare il guardrail della superstrada 76 tra le uscite di Jesi-centro e Jesi-ovest. I giovani, lui 26 anni alla guida e la fidanzata di 23, forse stavano tornando a casa dopo una serata di festa. Erano circa le 4,30 quando, improvvisamente, hanno perso il controllo dell’auto su cui viaggiavano: per i riflessi annebbiati o un colpo di sonno. Senza neanche rendersene conto, hanno impattato contro il guardrail. Entrambi sono rimasti feriti, per fortuna non gravemente. L’incidente non ha coinvolto altri mezzi in transito, anche perché a quell’ora con le temperature sotto lo zero, di traffico in superstrada ne circolava poco. Per fortuna, un automobilista di passaggio ha notato la vettura incidentata e ha lanciato l’allarme al 112 facendo scattare i soccorsi. Sul posto sono prontamente intervenuti i sanitari dell’automedica del 118 di Jesi con un’ambulanza della Croce Rossa Italiana comitato di Jesi. I due ragazzi, contusi e annebbiati dallo stato di ebbrezza, non ricordavano nulla. 


Sono stati condotti al Pronto soccorso dell’ospedale di Jesi il conducente con un codice rosso per la dinamica, la ragazza con un giallo. Sono stati sottoposti a tutti i controlli sanitari del caso, le loro condizioni non sono serie. Per i rilievi e la ricostruzione della dinamica dell’incidente, è intervenuta una pattuglia della Polstrada. Al conducente con ogni probabilità sarà contestata la guida in stato d’ebbrezza. 

 

Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre, 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA