Jesi, non soccorre il centauro
dopo l’incidente: denunciata

Sabato 26 Agosto 2017
Jesi, non soccorre il centauro dopo l’incidente: denunciata

JESI - Incidente alla rotatoria, centauro lasciato per terra, ferito e solo. La donna al volante della macchina abbassa il finestrino e chiede se va tutto bene, ma quando il ragazzo ancora a terra con la moto sopra le dice di aspettare, lei si allontana. Refertato in Pronto soccorso, il giovane ha riportato un trauma contusivo della spalla sinistra giudicato guaribile in 7 giorni. L’automobilista è stata denunciata per omissione di soccorso a seguito di incidente stradale.

Protagonista dell’incidente di martedì alle 10,45 alla rotatoria di via Ricci-via XXIV Maggio un 20enne di Jesi che in sella ad una Ducati Monster provenendo da via XXIV Maggio stava svoltando per immettersi in via don Minzoni. All’altezza di via Ricci, un’auto si immette senza dare la precedenza. Per evitare l’impatto, la macchina effettua una brusca frenata, così come il centauro che ha perso il controllo della moto rovinando a terra. «Lei, senza neanche scendere dall’auto mi chiedeva se era tutto a posto e se doveva chiamare un’ambulanza, io le rispondevo che dovevo ancora accertarmi delle mie condizioni, quindi di accostarci a bordo strada ma mentre mi rialzavo e sollevavo la moto mi sono accorto che era andata via». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA