La lite tra giovani finisce con un ferito, una notte da incubo per i residenti. Danneggiate anche le auto in sosta

Lunedì 20 Settembre 2021 di Gianluca Fenucci
La lite tra giovani finisce con un ferito, una notte da incubo per i residenti. Danneggiate anche le auto in sosta

CHIARAVALLE  - Un ragazzo di Chiaravalle ferito, botte da orbi tra gruppi di giovani, 115 persone identificate dai carabinieri, schiamazzi, urla, cittadini allarmati e impauriti. Molte sanzioni elevate dai militari nei confronti di diverse persone, soprattutto ragazzi del territorio. E’ il bilancio di una notte da incubo che avrebbe potuto riservare risvolti drammatici a Chiaravalle ma anche a Jesi.

 

Intorno all’1.30 della notte tra sabato e domenica diversi residenti di via Martiri della Libertà, di via Gramsci e della zona della stazione ferroviaria di Chiaravalle hanno tempestato di telefonate il centralino delle forze dell’ordine per segnalare che un numeroso gruppo di persone, in evidente stato di ubriachezza almeno stando ad alcune testimonianze, urlavano a squarcia gola ed iniziavano a prendersi a botte tra loro.

«In via Martiri della Libertà – dice una signora che abita nel popoloso quartiere chiaravallese nei pressi della stazione ferroviaria – quattro ragazzi ma anche un signore che proprio giovane non era, se le sono date di santa ragione: pugni, schiaffi, calci e tanta violenza. I cinque si sono picchiati ed uno, in particolare, è rimasto ferito tanto che poi è stata chiamata un’autoambulanza che ha soccorso e medicato il giovane».

I protagonisti del grave episodio sono tutti residenti a Chiaravalle ed hanno anche coinvolto nella loro estemporanea performance diverse auto parcheggiate nella zona, con le carrozzerie che hanno subito calcioni e ammaccature. I carabinieri di Jesi e Chiaravalle sono giunti tempestivamente sul posto ed hanno sorvegliato la zona fino alle 2.30. Il giovane ferito non è stato ricoverato in ospedale ma ha subito diversi colpi, tanto che mostrava sul volto e sul corpo i segni della violenta colluttazione. Anche nella vicina via Gramsci diversi residenti hanno segnalato che gli stessi protagonisti dell’episodio accaduto in via Martiri della Libertà battibeccavano tra loro fin da qualche tempo prima.

«Ogni sabato è così – dicono alcuni cittadini che affidano ai social le loro preoccupate e indignate esternazioni – schiamazzi, atti vandalici e episodi che rasentano la criminalità. La sicurezza e l’abuso minorile di alcol in questo paese stanno diventando un serio problema. Sarebbe il caso che le forze dell’ordine perseguano chi somministra ai minorenni alcolici di ogni tipo. Il centro, in alcune ore e soprattutto nei giorni prefestivi e festivi è diventato invivibile».

Durante la notte tra sabato e domenica scorsi la compagnia dei carabinieri di Jesi, nell’ambito del controllo del territorio e la prevenzione dei reati, ha predisposto 7 pattuglie e 14 carabinieri, al fine di eseguire controlli straordinari. Decine di interventi sono stati gestiti dai militari nelle ore notturne tra Jesi e Chiaravalle, a seguito delle segnalazioni provenienti dai cittadini. Identificate 115 persone ed elevate diverse sanzioni. I carabinieri hanno anche controllato la condotta dei cittadini per il rispetto delle norme anti-Covid.

 

Ultimo aggiornamento: 14:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA