Saltata la panchina del Porto d'Ascoli: addio a Stallone, la palla passa a Izzotti

Martedì 29 Ottobre 2019
L'abruzzese Domenico Izzotti, 59 anni, nuovo allenatore del Porto d'Ascoli
SAN BENEDETTO - Cambio in panchina al Porto d’Ascoli, dove all’esonerato Nico Stallone è subentrato Domenico Izzotti. Il colpo di scena ieri pomeriggio, quando la società rivierasca ha spiegato la scelta a un comunicato uscito sulla sua pagina Facebook: «La società SSD Porto d’Ascoli comunica che il signor Stallone Domenico non ricoprirà più l’incarico di allenatore della prima squadra. Il club intende ringraziare il mister per l’attività sin qui svolta e gli augura i migliori successi professionali». Suoi motivi che hanno portato alla separazione non si sa nulla, ma verosimilmente la terza sconfitta di fila ha prodotto qualche increspatura dopo il più che promettente avvio di stagione che vedeva il Porto d’Ascoli al primo posto con dieci punti alla quarta giornata. Poi, dopo la sconfitta con l’Anconitana, sono arrivate anche quelle contro Urbania e Atletico Alma.

Dopo due ore dal primo annuncio dalla stessa pagina Facebook è arrivato il post con il nome del nuovo allenatore, individuato nell’abruzzese Domenico Izzotti, grande professionista che non ha bisogno di presentazioni essendo una vecchia conoscenza del calcio marchigiano viste le tante panchine ad ogni latitudine: l’ultima esperienza nell’Alba Adriatica, ma dalla nostre parti è stato recentemente alla guida della Spes Valdaso e in passato con Montegiorgio, Elpidiense Cascinare, Centobuchi, Fermana, Civitanovese e Samb fino al Grottammare, che sarà la squadra contro la quale esordirà nel fine settimana. Sarà una partita molto delicata per entrambe le squadre, considerato che quella del tecnico Manolo Manoni viene da due rovesci di fila e occupa il terzultimo posto in classifica. Ultimo aggiornamento: 22:18


© RIPRODUZIONE RISERVATA