Roma-Feyenoord, scontri a Tirana: guerriglia e violenza hooligans in città. Almeno 10 feriti e raffica di fermi

Anche diversi ultras giallorossi portati in una stazione della polizia

Roma-Feyenoord, scontri a Tirana: albanese ferito alla testa. Guerriglia in città con ultras olandesi
Roma-Feyenoord, scontri a Tirana: albanese ferito alla testa. Guerriglia in città con ultras olandesi
di Alessandro Angeloni e Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Maggio 2022, 21:38 - Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 09:00

Notte di violenza a Tirana alla vigilia della finale di Conference League. Hooligans e ultras si sono impadroniti del centro della città, 10 feriti finiti in ospedale e due agenti delle forze dell’ordine hanno riportato traumi alla testa. Il vetro di un’auto della polizia è stato distrutto ed è stato anche tentato un attacco alla sede del Governo albanese.

Le violenze a Tirana

I primi i primi danni in serata quando A.G., un albanese di 45 anni, è stato ferito da alcuni tifosi del Feyenoord. È stato preso a pugni ed è caduto a terra, a 9 Kateshet, nella zona del caffè Europa, a pochi metri da piazza Scanderbeg, dove è stata allestita una fanzone destinata alle famiglie. Sull'asfalto le macchie di sangue dovute alle ferite riportate alla testa. L’uomo è rimasto a terra e prontamente è intervenuta la polizia, che ha fermato gli aggressori tifosi del Feyenoord, visibilmente in stato di ebbrezza. Otto di loro sono stati portati in commissariato. L'uomo è stato stato trasportati di urgenza al Trauma Hospital di Tirana. A quanto pare non è in pericolo di vita. tutto sarebbe nato perché il 45enne albanese avrebbe intonato l’inno “Roma Roma” verso gli hooligans olandesi. Una provocazione che ha esacerbato gli animi e scatenato una violenta rissa con tanto di sedie e tavolini lanciati. 

Gli incidenti

Poco dopo la polizia albanese ha riferito di tre incidenti, in due dei quali quali sono stati usati bastoni e sassi. Le pietre sono state lanciate verso le forze dell’ordine ferendo due agenti che sono stati portati al pronto soccorso, ma il totale alla fine, secondo il referto Trauma Hospital, è arrivato a dodici. Il vetro di un’auto della polizia, invece, è stato distrutto. Ancora incidenti anche a pochi metri dalla sede del Governo. Il gruppo formato da circa 200 hoolingans si è poi diretto verso Piazza Skënderbej, nel tragitto sono andati in scena altri violenti scontri. I tifosi hanno lanciato delle pietre verso la polizia nei pressi di alcuni negozi, poi le forze dell’ordine sono riuscite a disperderli. Inoltre, 15 ultras della Roma sarebbe stati portati in una stazione della polizia. 

I fermi

La polizia dei Tirana ha reso noto che è salito a 60 il numero dei tifosi di Roma e Feyenoord fermati a seguito degli incidenti occorsi in serata. Di queste persone accompagnate in commissariato, 48 sono di nazionalità italiana (in questo numero sono compresi anche coloro che erano sul bus nel quale sono state trovati mazze, cric e altri oggetti contundenti) e 12 olandesi. E 12 è anche l'ultimo aggiornamento riguardante il numero dei poliziotti rimasti feriti, mentre ora i romanisti sono tre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA