Lazio, Sarri vuole Loftus-Cheek. E spunta pure Politano

Mercoledì 9 Giugno 2021 di Daniele Magliocchetti
Lazio, Sarri vuole Loftus-Cheek. E spunta pure Politano

Monumentale ed elegante. Non è ancora arrivato, ma Sarri lavora e indica la strada della nuova Lazio. E un giocatore su tutti: Ruben Loftus-Cheek. Un centrocampista, classe ‘96, nazionalità inglese, che dalle parti di Formello conoscono bene. Nel 2018 Tare se ne innamorò vedendo una partita del Chelsea in Europa League. Era fine ottobre e la giovane mezz’ala segnò tre reti al Bate Borisov. Da quel momento il ds non l’ha più mollato. Riuscì a strappare un accordo coi Blues per averlo in prestito la stagione successiva. Accordo su tutto, il giocatore venne ad aprile del 2019 nella capitale per visitare Formello e cercare casa. All’epoca l’allenatore dei Blues era proprio Sarri che non vedeva di buon occhio questa operazione, ma il ragazzo voleva giocare e premeva per andare. La stagione andò avanti e il centrocampista inglese faceva meraviglie in Europa League (poi conquistata dal Chelsea), fu determinante in semifinale con l’Eintracht Francoforte. Un infortunio serio al tendine d’Achille in un’amichevole inutile negli States giocata a maggio gli fece finire la stagione e saltare la finale d’Europa League. 
TUTTOCAMPISTA 
Loftus-Cheek (LC era il suo nome di battaglia sul canale youtube da 15enne) è un giocatore universale. Cresciuto nelle giovanili del Chelsea, debuttò con Mourinho, ma il portoghese non gli diede continuità. Lo Special One andò via, arrivò Conte che tentò di sfruttarlo in attacco, ma l’esperimento non andò bene. Rubens andò in prestito al Crystal Palace, dove fece bene. Tornò al Chelsea e Sarri lo fece crescere dal punto di vista tattico. Poi ci fu l’incidente e tutto svanì, anche perché il toscano lasciò il Chelsea per andare alla Juve. E’ un calciatore possente, alto 191 cm, il classico centrocampista “box to box”, il modello è sempre stato Ballack, anche se i suoi idoli da ragazzino erano Zidane e Viera. Doti tecniche eccelse, ma anche fisiche. A centrocampo ha fatto tutto dal centrale alla mezzala. Bravo a inserirsi, irruento e caparbio nei contrasti e con un cambio di passo imponente. É reduce da un anno in prestito al Fulham. Ora non resta che andare a trattare col Chelsea, che sarebbe disposto a darlo in prestito secco con un riscatto a 15-18 milioni. L’ingaggio è alto e potrebbe essere un ostacolo, visto che percepisce quasi 4 milioni. Sarri lo vuole ed è convinto che con lui, Luis Alberto e Milinkovic potrebbe essere un centrocampo da favola. 
NUOVA IDEA
Non solo Loftus-Cheek, perché la Lazio continua a pensare già agli esterni per il gioco di Sarri. Maurizio v orrebbe arrivare a Ilicic dell’Atalanta, ma occhio anche a Politano, se il Napoli dovesse aprire alla cessione verso i biancocelesti. Tare ha già sondato il terreno con il suo entourage, ma i tifosi laziali gli ricordano i tatuaggi “giallorossi”, sbandierati fuori dai calzettoni. Si lavora pure per i soliti noti Maksimovic e Hysaj, vecchi pupilli di Sarri, che risolverebbero non pochi problemi. In ogni caso il Comandante vuole testare pure Correa e Lazzari, prima di fare nuovi acquisti. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA