Quarta dose e vaccino anti influenza: si possono fare insieme? Quali sono gli effetti collaterali (lievi)?

Le reazioni sono del tutto simili a quelle già sperimentate dopo la terza dose

Quarta dose anti Covid e vaccino anti influenza: si possono fare insieme? Quali sono gli effetti collaterali?
Quarta dose anti Covid e vaccino anti influenza: si possono fare insieme? Quali sono gli effetti collaterali?
di Marta Giusti
4 Minuti di Lettura
Sabato 15 Ottobre 2022, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 13:52

Vaccino contro Omicron. Quali sono gli effetti collaterali da aspettarsi dopo il richiamo aggiornato contro Omicron? E cosa succede se si fa contemporaneamente un vaccino contro l'infuenza?

I funzionari della sanità affermano che è sicuro sottoporsi al vaccino antinfluenzale e al richiamo Covid durante la stessa seduta. Altrimenti, visto che la stagione fredda è imminente, si può aspettare un intervallo di una ventina di giorni. Il richiamo Omicron è raccomandato dal Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie americano. È un richiamo raccomandato e sicuro anche per l'Istituto superiore di Sanità italiano. 

Covid a scuola, contatto stretto tra i banchi: quando è obbligatoria la Ffp2? Dall'isolamento all'autosorveglianza: le regole (anche) del rientro

La dose aggiuntiva del vaccino anti Covid-19 protegge per l' 82% dalla malattia severa. Lo indica l'Iss nel suo rapporto settimanale su «Covid-19, sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale». Risulta inoltre che con il ciclo completo (due dosi), l'efficacia del vaccino nel prevenire la malattia severa è del 62,5% nei vaccinati con da meno di 90 giorni, del 64% nei vaccinati tra 91 e 120 giorni e del 69% oltre 120 giorni.

Dopo che sarete stati vaccinati - ad esempio con Pfizer - vi verrà rilasciato un foglio, un attestato vaccinale in cui c'è scritto che vi è stato somministrato il vaccino "Comirnaty orig omic BA1". 

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa sono normali. Sono reazioni già avvertite dopo la somministrazione della terza dose. 

I quattro effetti collaterali più comuni per la versione sperimentale del booster specifico Omicron sono stati: dolore al braccio nel punto di iniezione, stanchezza, mal di testa e mialgia (dolori muscolari generalizzati) dopo la somministrazione dell'iniezione. 

I richiami aggiornati di Pfizer e Moderna sono stati progettati per rispondere alle versioni della variante Omicron attualmente in circolazione. Mentre le precedenti versioni dei vaccini erano rivolte al virus originale, i nuovi vaccini sferrano un doppio colpo al ceppo vecchio ma anche all'ultima variante.

Il vaccino è un  "richiamo bivalente", in quanto combatte non una ma due versioni del virus (il ceppo originale e l'omicron BA.4/5). Questo non va confuso con i vaccini che proteggono dal virus dell'influenza, che vengono somministrati ogni anno in un'iniezione separata.

È possibile sottoporsi a un richiamo Covid-19 e a un vaccino antinfluenzale allo stesso tempo.
Il CDC statunitense raccomanda a tutti coloro che hanno più di 12 anni di completare la protezione Covid con un richiamo bivalente in questa stagione, soprattutto se sono passati più di due mesi dalla dose precedente.

Questa settimana, l'agenzia ha annunciato che anche i bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni possono ricevere il nuovo richiamo due mesi dopo l'ultima dose.

Ondata Covid in arrivo. Ricciardi: «Vaccini e ritorno alle mascherine». Cosa farà il nuovo governo?

L'anti influenza

Con l'avvicinarsi della stagione influenzale, alcune persone potrebbero scegliere di fare il richiamo e il vaccino antinfluenzale in un'unica visita. Secondo il CDC, idealmente tutti dovrebbero essere vaccinati contro l'influenza entro la fine di ottobre: meglio tardi che mai. Il vaccino contro l'influenza non solo è sicuro, ma anche conveniente fare i due vaccini nello stesso giorno. Sebbene in questa stagione sia sicuro fare un doppio vaccino, il giorno dopo potrebbe comportare un rischio leggermente più elevato di effetti collaterali.

Secondo uno studio del CDC pubblicato su Jama a luglio, le persone che hanno ricevuto contemporaneamente un vaccino antinfluenzale e un richiamo mRNA COVID-19 hanno avuto maggiori probabilità (tra l'8% e l'11%) di riportare reazioni come affaticamento, mal di testa e dolori muscolari. Ma gli effetti collaterali tendevano a essere lievi e a risolversi rapidamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA