Oltre 500 ragazzini della prima media in fila per lo screening ma molti genitori hanno detto "no" al tampone per i figli

Venerdì 9 Aprile 2021 di Thomas Delbianco
I ragazzini delle medie si sottopongono a tampone

PESARO - E’ iniziato  il terzo screening con i tamponi rapidi nelle scuole pesaresi. L’operazione, organizzata dal Comune di Pesaro, ha coinvolto nella prima giornata gli studenti delle prime classi delle scuole medie. Su 840 studenti, si sono sottoposti allo screening, in base agli elenchi con le autorizzazioni familiari arrivate prima di ieri, 504 ragazzi, con un’adesione che sfiora il 65%. Dallo screening è emerso uno studente positivo (su 267 tamponi esaminati).

 

 

All’istituto Don Gaudiano, nel centro storico di Pesaro, prima tappa di giornata, tamponi rapidi a 112 studenti su 193. I ragazzi sono arrivati nel piano inferiore dell’istituto suddivisi nelle otto classi, hanno atteso in uno spazio apposito prima di consegnare ai volontari, uno alla volta, la documentazione con l’autorizzazione dei familiari a sottoporsi al tampone, poi sono entrati in palestra per il test rapido, prima di sedersi nell’area retrostante, sempre in palestra, per poi essere di nuovo accompagnati in classe. Coinvolte nell’operazione Ail, Croce Rossa, Protezione Civile e Onlus Gulliver, con il sostegno di Aspes e dei dirigenti scolastici. «Tra i nostri volontari abbiamo anche medici e infermieri che hano accettato di partecipare a questo screening - riferisce Andrea Boccanera della Onlus Gulliver presente ieri alla Don Gaudiano - diamo supporto con i termoscanner e aiutiamo l’Ail nel lavoro legato alla documentazione. La prossima settimana, continuerà il nostro lavoro insieme all’Ail anche nello screening per gli studenti delle superiori, mentre Croce Rossa e Protezione Civile si dedicheranno alle vaccinazioni». Massimo Sierra, Presidente Ail Pesaro, ha fatto da cerniera tra i ragazzi che entravano in palestra e le postazioni con i sanitari volontari dove venivano effettuato i tamponi veloci. «Questi ragazzini sono splendidi, molto bravi», dice Sierra. Sempre presente a coordinare le operazioni, la preside della Don Gaudiano Angela De Marchi: «Adesione complessivamente buona, ma non totale, perchè la scelta è libera e sono le famiglie che decidono se sottoporre o meno i propri figli al tampone. Ringrazio tutti gli operatori che si sono messi a disposizione». Oggi ci sarà il sopralluogo del sindaco Ricci alla Dante Alighieri, mentre ieri mattina hanno fatto visita alle scuole, a partire proprio dall’istituto del centro storico, gli assessori Giuliana Ceccarelli e Mila Della Dora. «Per noi questo screening è l’unico modo per continuare la scuola in presenza - afferma Ceccarelli - il Miur ha emesso una circolare nella quale sollecita Asur locali e scuole ad attivarsi per fare questi screening. Noi abbiamo fatto la nostra parte, è una bella azione per le scuole e per le città. Stiamo predisponendo il calendario per lo screening nelle superiori, sono esclusi gli insegnanti e personale non docente, perchè sono già nella fase vaccinale». Lo screening proseguirà oggi e domani per i circa 1700 studenti delle seconde e terze classi: venerdì 9 aprile dalle 8:30 alle 11 si farà alla Pirandello; dalle 8:30 alle 12 alla Dante Alighieri (per gli studenti della Dante, della Tonelli e della Nuova Scuola); dalle 11:30 alle 13 alla Manzoni; dalle 12 alle 13 alla Galilei. Sabato 10 aprile i tamponi veloci verranno eseguiti dalle 8:30 alle 10:30 alla Leopardi; dalle 8:30 alle 13 alla Don Gaudiano; dalle 11 alle 13 alla Olivieri. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA